"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cordusio – Cartelloni pubblicitari per salvare il restauro al Palazzo della Ragione

I restauri al duecentesco Palazzo della Ragione, partiti ormai nel 2016, pare si siano arenati lasciando incappucciato dai ponteggi lo storico edificio. Finalmente pare si stia muovendo qualcosa: sono comparse delle nuove strutture che con ogni probabilità reggeranno i cartelloni pubblicitari che forse aiuteranno in qualche modo (lo speriamo) a coprire i costi per terminare i lavori.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Cordusio – Cartelloni pubblicitari per salvare il restauro al Palazzo della Ragione

  1. max

    Volete dire che si sono lanciati nel restauro e poco dopo essere partiti erano finiti i soldi??? Già è una cosa inaccettabile quando succede per delle strutture private con costruttori senza scrupoli, ma possibile che possa succedere una cosa simile per un monumento in pieno cenro città???

    1. Anonimo

      Il restauro doveva costare 8 milioni.
      https://milano.repubblica.it/cronaca/2015/12/06/news/milano_dal_comune_un_milione_per_i_lavori_di_restauri_del_palazzo_della_ragione-128923081/

      Ipotesi:
      1) il costo era una bufala ad uso dei boccaloni che ci credono
      2) il costo era ben maggiore ma nessuno glielo aveva detto
      3) il Comune non ha 8 milioni per restaurare un palazzo del genere
      4) che palle restaurare un palazzo da cui non ci puoi cavare oneri di urbanizzazione e nemmeno fare sopralzi

      In ogni caso, una figura miserrima a mio parere.

  2. Walter

    E’ vergognoso che un palazzo di pregio a due passi dal Duomo venga lasciato in queste condizioni; in un Paese civile la ristrutturazione dovrebbe essere fatta rapidamente e con costi certi. Inoltre mi auguro che venga rimossa l’ orribile scala antincendio posticcia appiccicata su un lato del palazzo … un vero sfregio !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.