"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Volta – Via Procaccini, via Sarpi e limitrofe: un po’ di “riordino”

Via Procaccini, piazzale Cimitero Monumentale e la zona che ruota attorno a Chinatown sono ad un punto di svolta, si spera.

Queste criticità sono state discusse nei giorni scorsi in un incontro tra l’Assessore ai trasporti e alla viabilità Marco Granelli e il comitato di zona.

Via Procaccini, la parte iniziale, verso il piazzale del Monumentale, abbastanza critica, soprattutto per viabilità e senso civico. Ci troviamo nei pressi di Chinatown e come si sa, la zona è resa caotica anche dalla presenza di furgoni e camion che scaricano spesso la merce per i grossisti della zona. La problematica dell’incrocio con via Messina è nota. Sono in corso valutazioni su alternative progettuali per migliorare la percorribilità pedonale ed eliminare il problema della sosta dei furgoni del grossista posto all’angolo. Fra le soluzioni allo studio anche l’allargamento dei marciapiedi. Appena la soluzione progettuale sarà definite verrà resa nota.

Per quanto riguarda invece per le fermate dei tram, a quanto pare, la sistemazione definitiva dell’incrocio sarà realizzata assieme ai lavori di sistemazione dei binari e del fondo stradale nel tratto tra via Messina e via Tartaglia (entro il 2020). L’attraversamento pedonale di via Procaccini lato Fabbrica del Vapore verrà invece messo in sicurezza in concomitanza con i lavori di ripristino delle banchine delle fermate dei tram.

La fermata del tram, sempre in via Procaccini (con via Niccolini), sarà ripristinata contestualmente con i lavori di rifacimento degli impianti semaforici nel piazzale Cimitero Monumentale (incrocio via Procaccini-via Nono) in carico alla società immobiliare Porta Volta quali oneri di urbanizzazione. l ritardi sono da imputarsi alla necessità di ridiscutere la convenzione urbanistica con l’immobiliare Porta Volta causa maggiori costi incorsi nella realizzazione della pista ciclabile in piazzale Baiamonti. Ci saranno due banchine nuove: una davanti al nuovo immobile all’incrocio Procaccini/Niccolini (in carico all’lmmobiliare Porta Volta); la seconda all’incrocio Procaccini Messina davanti alla Fabbrica del Vapore. Quest’ultima è in carico ad ATM che provvederà a mettere in sicurezza anche l’attraversamento pedonale di vai Procaccini. I lavori verranno completati entro il prossimo mese di aprile.

Passiamo a viale Montello. L’incrocio Montello-Guercino-De Dragon, anch’esso sempre in balia del parcheggio selvaggio, avrà una sistemazione, è stato raggiunto l’accordo con la Polizia Locale e finalizzato progetto per la posa di parigine a protezione del marciapiede. I lavori saranno svolti come manutenzione ordinaria utilizzando risorse per spese correnti: dovrebbero essere completati prima dell’estate.

Sempre per viale Montello, sarà effettuato entro il 2020, il rifacimento della sede tranviaria e sarà anche valutata la possibilità di modifiche alla linea della 94. Mentre per le aiuole di via Montello, sinora realizzate solo in parte: verrà fatto un controllo con l’Assessore Maran per verificare l’effettiva competenza sulla stessa e quindi dare seguito alle opere di completamento.

In via Bramante verrà effettuato quanto prima un sopralluogo per capire l’origine dell’allagamento della sede stradale in concomitanza di ogni pioggia, con particolare attenzione alle bocche di raccolta dell’acqua piovana. Per quanto concerne la situazione del manto stradale (buche pericolose attorno ai binari) la copertura delle buche con bitume è noto che non risolva il problema. ATM eseguirà a breve delle verifiche per studiare, una volta accertato che i binari attuali siano già posati su una base di cemento, la possibilità di adottare accorgimenti sperimentati sulla linea 4 che sembra abbiano risolto i diversi problemi, vibrazioni incluse. In questo caso gli interventi potrebbero essere eseguiti in tempi brevi.

Per via Paolo Sarpi pedonale: verrà valutata l’installazione di pilomat per forzare il rispetto dei sensi di marcia lungo la via, ridurre il passaggio di attraversamento longitudinale di Taxi e l’accesso nella via bypassando la presenza delle telecamere. In particolare nel tratto compreso fra via Rosmini e via Lomazzo.

Mentre per Piazza Gramsci: a breve verranno effettuati interventi di arredo urbano con il fine di limitare l’accesso delle auto sulla stessa e renderla realmente pedonale. Noi aggiungeremmo che andrebbe anche sistemata e trovata una soluzione per la fontana spenda da sempre.

Concludiamo noi dicendo due parole sull’incrocio stradale formato dal Piazzale del Monumentale, via Nono, via Procaccini, via Niccolini e via Bramante, che è da sempre un bel casino, non c’è che dire. Mal progettato, mal tenuto e mal vissuto. Da sempre, o meglio, da quando la diffusione delle automobili è diventato un fenomeno di massa, ogni angolo libero del piazzale è diventato un parcheggio. Noi vorremmo tanto che la parte centrale e quella iniziale di via Nono venissero ripensate e eliminassero il parcheggio caotico quale è. Pensiero che per ora rimarrà vano, ci sa.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | Porta Volta – Via Procaccini, via Sarpi e limitrofe: un po’ di “riordino”

      1. Anonimo

        vero, meglio tenersi Milano da schifo e baloccarsi con l’urbanistica tattica (il corrispondente moderno delle facciate di cartapesta che si facevano un tempo per non far vedere ai Signori le zone brutte delle città)

      2. PadaniaWhite

        anonimo meditteraneo delle 09.48, tornate al tuo pasello a raccogliere pomodori, io compro verdure e frutte dalla spagna e dalla Padania.
        In bicigletta devi andare

  1. bis bald

    no vi prego, non faranno nulla per il piazzale del cimitero monumentale? laddove vengono parcheggiate auto ovunque??
    non ci credo!
    basterebbero una sequela di dissuasori della sosta!

  2. Anonimo

    Io credo che quando apriranno il parcheggio sotterraneo davanti all’hotel (per chi pensa che non si costruiscono nuovi parcheggi >> si costruiscono!!) *dovranno* per forza mettere mano al caos dei parcheggi abusivi in superficie. Dobbiamo mirare a liberare questa città dalle migliaia di auto accatastate ovunque, su ogni aiuola, marciapiede e spartitraffico libero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.