"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Tre Torri – Largo Domodossola: arrivano i lampioni!

Proseguono a gran ritmo i lavori di sistemazione di Largo Domodossola sponsorizzata da CityLife. In questi giorni sono stati conclusi i lavori sul lato “Tre Torri” coi marciapiedi conclusi e sistemati con pista ciclabile ben evidenziata dal manto rosso. Sono stati acne istallati i lampioni. Pali con due punti luce: quello più alto per la carreggiata automobilistica e quello più basso per la ciclabile e il percorso pedonale.

Sono state piantate anche nuove alberature e sicuramente sarà anche rimosso l’unico platano seccato.

Ora è stato recintato dal cantiere il lato verso via Domodossola, dove proseguiranno i lavori di riqualificazione.

Noi speriamo sempre che venga anche trovata una sistemazione al parterre centrale dove le auto vengono parcheggiate in maniera disordinata sulle aiuole.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


11 thoughts on “Milano | Tre Torri – Largo Domodossola: arrivano i lampioni!

    1. Anonimo

      Qui in zona Centrale ce ne sono alcuni che secondo me l’ultima volta che sono stati verniciati è stato per fare bella figura con Mussolini quando è venuto a inaugurare la stazione.

      1. Anonimo

        Mussolini non ha mai inaugurato la stazione Centrale!

        (Avrebbe voluto, ma il Cardinale di Milano disse che se veniva Mussolini lui non partecipava per protesta e quindi Mussolini delegò un Ministro)

          1. Anonimo

            Non voleva essere commento pedante, ma il caso di Mussolini, Schuster e la Stazione Centrale è arcinoto. Nel 1931 il regime era in teoria all’apice del consenso, la stazione era probabilmente l’opera più colossale realizzata dal regime fino ad allora ed era pure legata al tema “ferrovie” cui Mussolini teneva notoriamente molto.

            Eppure all’inaugurazione ci dovette mandare il genero, mentre lui se ne restava a Roma… Dai, son piccole soddisfazioni legate alla storia della nostra città!

  1. Islington

    Sembra che in A2A, o chi per essa, qualcuno abbia finalmente ascoltato il grido di dolore che si alzava dai lettori di Urbanfile per reclamare anche a Milano lampioni da città europea e non da svincolo di Cascina Gobba sulla tangenziale est….

    🙂 🙂

    Speriamo solo che l’idea sia quella di estenderli a tutta la città e non di farli diventare un altro degli 847 tipi di lampioni diversi installati per tratti di 700 metri e poi morta lì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.