"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Navigli – Riqualificazione fermate tram 2: luglio 2019

Proseguono i lavori per riqualificare le fermate ATM della linea 2 (e connessi autobus) da piazzale della Stazione di Porta Genova sino a Piazzale Negrelli.

Qui siamo alle due fermate opposte di via Valenza.

Qui di seguito invece, i lavori per sistemare l’ingresso all’area pedonale della Ripa di Porta Ticinese. Nuova pavimentazione in pietra altezza marciapiedi, sostituzione dei binari inutilizzati con “binari” in pietra, come già realizzato nella parte iniziale. Piloni in servizio bloccheranno l’accesso alle auto.

Altre fermate già realizzate e nuove lungo la Ripa.

Sotto il Ponte Delle Milizie è stata spostata la fermata prima collocata qualche metro prima davanti al civico 129.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


14 thoughts on “Milano | Navigli – Riqualificazione fermate tram 2: luglio 2019

  1. Cruise Control

    Comunisti! Ci vorranno milioni per disfare tutte queste opere inutili è vessatorie della LIBERTÀ degli automobilisti!

    1. Anonimo

      senza fare gli spiritosi, per la LIBERTA’ di tutti basterebbe molto meno che milioni per rimettere a posto l’asfalto e il pavè che in quella via cascano a pezzi (l’asfalto l’han rifatto 12 mesi fa ed è conciato già peggio che a Roma – e fortuna che a Milano c’è la censura dei giornali altrimenti sai che titoloni…)

    2. dc

      la libertà degli automobilisti ? la città è per le persone non certo per gli automobilisti se vuoi usare è una tua scelta non trovi parcheggio problema tuo sicuramente non si può destinare la città a parcheggio a cielo aperto

    3. Anonimo

      concordo appieno! continuano con l’allargamento dei marciapiedi come se dovessero passare/sostare milioni di persone; non è togliendo i parcheggi e stringendo le strade che si migliora la viabilità; lavori fatti male da ditte con super per aggiudicarsi i lavori per giunta adesso si è passati direttamente all’asfalto sul marciapiede.

  2. Anonimo

    queste sono quelle facili sono le prossime quelle complicate
    (s. cristoforo /canottieri ) attendiamo con speranza e pazienza

  3. Andrea

    Il grosso problema della rete tram ATM sono tutte queste migliaia di fermate vicine tra loro,quasi ad ogni incrocio.Tutti abbiamo la fermata sotto casa ma poi con il tram impieghiamo mezzora per fare 2 km. I tram , poveretti , procedono a singhiozzo anche dove hanno le corsie preferenziali. Un serio rilancio della trasporto di superficie puo prescindere da uno snellimento del numero del numero di fermate,che servirebbe a garantire tempi di percorrenza ragionevoli.Non i 10 chilometri orari di oggi. Tutte queste nuove fermate sono belle,accessibili ma non migliorano l’efficienza della rete,che non è affatto competitiva.

    1. Anonimo

      E’ verissimo in generale ma il tratto del 2 lungo la Ripa è uno dei pochissimi tratti con le fermate del tram messe a distanze abbastanza umane.

    2. Franco

      E’ vero, a volte sono vicine, ma è l’ultimo dei problemi, a Milano i tram stanno bloccati nel traffico, fermi ai semafori rossi, fermi a distanza dalle fermate se ce n’è un’altro che sta facendo la fermata.
      Prima fare queste cose, poi decidere di allontanare le fermate più vicine.

      1. Anonimo

        No, devi fare tutto insieme, altrimenti non ne esci.

        Un esempio recente viene da via Ripamonti: hanno risistemato le fermate e spostate dopo i semafori. Questo è giusto, perchè se le fermate non le sposti dopo i semafori, l’asservimento semaforico non ha molto senso.

        Peccato che l’asservimento non c’è. Il risultato è che il tram parte, si ferma subito dopo il semaforo per fare la fermata e le auto che lo seguivano si fermano a metà dell’incrocio bloccando tutto.

        Più che di “benaltrismo” abbbiamo bisogno di lavori fatti bene, coordinati e fatti velocemente.

  4. Anonimo

    Proseguono i lavori per riqualificare le fermate ATM della linea 2 (e connessi autobus)
    quindi faranno/rifaranno anche le fermate degli autobus anche non connessi alle fermate del 2?

  5. Anonimo

    passa il tempo e nessuno è sui cantieri e nulla procede le banchine di discesa non esistono e scendendo dal bus tram l attraversamento è sempre a rischio
    nel mentre ennesimi investimenti ultimo caso quello di corsico si veda il palo che indica la fermata nel nulla di una strada ad altissima percorrenza anche ad agosto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.