"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Trasporti: il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità

Dal 15 luglio 2019 entra in vigore il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità (STIBM) in sostituzione del Sistema Integrato Tariffario dell’Area Milanese (SITAM); esso si estende a tutti i comuni che fanno parte della Città metropolitana di Milano e della Provincia di Monza e Brianza.

Il Sistema considera come centro di riferimento la città di Milanoa partire dalla quale il territorio circostante è stato idealmente suddiviso in corone concentriche che rappresentano ciascuna una zona tariffaria come rappresentato sulla mappa.

I nuovi titoli di viaggio saranno validi su tutta la rete gestita da ATM e dagli altri operatori privati nonché sulle tratte della rete ferroviaria gestita da Trenord comprese nell’area del bacino STIBM.

Info sito ATM.

 Scarica immagine ad alta definizione.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


20 thoughts on “Milano | Trasporti: il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità

          1. Andy

            Chissà fino a quando avremo la mentalità di mettere questi balzelli socialisti senza dare nulla in cambio. Infatti il vostro odio verso l’automobile non porta a nulla se non al regresso.
            I balzelli, se mai, si fanno quando ci saranno 12 linee di metropolitana e parcheggi per residenti talmente diffusi da far venire voglia di usare i mezzi pubblici.
            Povera Italia…

    1. Anonimo

      Londra ha sei zone in tutto e ci arriva ad Heathrow…noi da bravi bizantini avevamo bisogno di 9 (nove) zone, altrimenti era troppo semplice…

  1. Leonardo

    Che rivoluzione. Per hanno ho dovuto prendere il biglietto delle Nord e poi quello della metro… finalmente una cosa utile!

  2. Davide Mombelli

    D’accordo sul nuovo sistema, era ora! Ottimo che con l’ “urbano” a 2€ si possano raggiungere le fermate dell’hinterland (cologno, sesto, rho).
    Unica pecca è non aver esteso questa possibilità agli abbonamenti ordinari urbani! in questo caso se ci si muove in fascia m1-m3 l’annuale esteso costa 460…130€ in più dell’urbano: mica noccioline!

    Così facendo a chi arriva dalla fascia hinterland l’abbonamento non conviene. Il rischiò è che si continui a preferire l’auto perché “più conveniente”.

    Spero che in atm si ravvedano di questa scelta

    1. Anonimo

      Il biglietto che aumenta a 2€ (+33%) consente di raggiungere la prima fascia dell’hinterland.
      I 130€ in più dell’urbano che consentono di fare lo stesso sono il 28% in più.

      Quindi sull’abbonamento c’è uno sconto rispetto al biglietto, col vantaggio che se non te ne importa un tubo della prima cintura della giargiania (come a quasi tutti i milanesi) non devi pagarlo.

      Non mettiamo in testa strane idee al Comune….che poi ci aumenta pure l’abbonamento!!

      1. Davide Mombelli

        caro Anonimo,
        Il mio “speriamo che il comune si ravveda” è da intendere che si includa anche la fascia cologno, rho, ecc nell’attuale urbano da 330€.
        Finalmente speravo di andare in fiera senza dover prendere un biglietto specifico, ed invece no! mi toccherà fare di nuovo l’integrazione! Che sarà meno di prima ma sempre integrazione è

  3. P.

    Benissimo: Adesso allargare area C e farla pagare anche la sera (poi 5€ sono troppo pochi per entrare in centro città in auto), Circle Line e MM6.

    1. Anonimo

      Nell’ordine:
      Circle Line (quella vera, con le fermate del PUMS, non l’accrocchio al ribasso dell’accordo scali…)
      Inizio ricerca fondi e progettazione MM6
      Aumento prezzo area C e (più rilevante) pedaggio area B

      1. P.

        Concordo con voi che l’area B deve essere a pagamento (almeno 10€). Una auto in entrata occupa ca. 12,5mq. È impensabile che in una metropoli entrare in auto è gratis.

  4. Anonimo

    E’ ora di pensare e progettare con URGENZA la metro M6 è impensabile che la zona nord ovest non abbia ancora una metropolitana !!!!
    Per il comune neanche progettarla prima del 2030

  5. Wf

    Ma quindi…
    Il biglietto per rho fiera sarà unico indifferente tra trenord (passante ) e atm (metro)…?

    Quindi con lo stesso biglietto posso prendere indifferentemente passante o metropolitana?

    1. Anonimo

      Credo sia già così adesso, col biglietto da 2,5€

      Comunque io ho l’abbonamento e quindi dovrò pagare il supplemento in ogni caso. Mentre chi faceva il biglietto perchè non era di Milano, prima di spesso prendeva il passante, perchè costava meno (2.20€ anzichè 2.5€) e soprattutto faceva prima, visto che quasi tutti gli hotel son vicini al passante e ti risparmiavi duemilamilioni di fermate nel vagone dalla MM1 strapieno.

      1. Wf

        Se andavi a rho col passante e biglietto trenord di andata ritorno non potevi tornare con la metro con quel biglietto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.