"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Guastalla – Nuova illuminazione nei Giardini della Guastalla, ma…

Da qualche giorno sono in corso i lavori per la sistemazione all’interno dei Giardini della Guastalla, dei nuovi punti luce voluti a gran voce dai cittadini.

Non erano sufficienti i fari lungo via Sforza a rendere vivibile la sera, dopo il tramonto nei mesi invernali il parco (a dicembre alle 17 è già buio pesto), perciò i cittadini si erano mobilitati affinché il Comune intervenisse quanto prima.

Così si è cercato lo sponsor (ma possibile che il Comune non trovi fondi necessari anche per queste piccole cose?), l’aiuto del Municipio e soprattutto il via libera da parte della Sovrintendenza.

A breve le luci a led illumineranno i vialetti la sera, rendendo più sicuro il grazioso Giardino della Guastalla.

Per il momento mancano ancora i punti luce veri e propri, ma temiamo siano gli stessi che si trovano altrove per la città. Pali in acciaio e lampade nere.

Possibile che, peri un parco così prezioso e storico non si sia pensato di utilizzare almeno i fari in stile? Possibile che la Sovrintendenza non ponga dei paletti a queste cose, ma le ponga ad altre sciocchezze come al muro dello scalo di Porta Genova, ad esempio? Perché ad esempio, non utilizzare, per certi luoghi, come appunto lo storico Giardino della Guastalla, i lampioncini utilizzati in piazza della Repubblica? Possibile che veramente a Milano non esista un disegno d’arredo urbano mirato per i vari luoghi?

Ringraziamo per la segnalazione Roberto Monti.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Guastalla – Nuova illuminazione nei Giardini della Guastalla, ma…

  1. dc

    Vedo che come spesso accade c’è qualcuno che cerca di dare sempre addosso al coumune anche se da una parte è vero che di per se montare le illuminazioni non è così costoso,come al solito si tralascia tutto lo studio di fattibilità che ci sta dietro per non parlare del fatto che in generale i progetti di riqualificazione che stanno venendo realizzati a milano sono tanti e anche se singolarmente sono economici globalmente si parla di grosse cifre

  2. Adriano

    Maraaaaannnnnn dove seiiiii? dai vedrete che la risolve farà mettere i lampioni in stile….oppure non è sua competenza…dite che farà la cosa del è competenza di qualcun’altro??? no dai lui è super bravo…

  3. Anonimo

    Io preferisco dei lampioni moderni dignitosi a lampioni in stile ma da da rigattiere, come quelli che troveresti in un outlet a tema in Cina.
    Magari anche Maran ( o chi per lui, non credo che lui nemmeno lo sappia che stan mettendo i lampioni alla Guastalla) la pensa come me.

    1. Anonimo

      Già… peccato che il lampione moderno standard a catalogo un uso a Milano non si affatto dignitoso e se non è una schifezza da rigattiere, è una schifezza da rigattiere, è una schifezza da piazzola sulla tangenziale.

      Fatti un giro in Europa a vedere come sono fatti i lampioni moderni dignitosi.

      “Milano capitale mondiale del design”

  4. lisander

    mi chiedo a cosa serva la soprintendenza se poi permette uno scempio simile, a Milano ormai da anni si va avanti cosi’: un scarpa e una ciabatta, senza che nessuno forse neanche gli stessi residenti muovano una critica all’operato del comune! Quei pali in allumino anodizzato sono inguardabili in un contesto storico come quello della Guastalla, in piu’, va bene la sicurezza, ma i punti luce mi sembrano veramente eccessivi!
    Per dovere di cronaca segnalo che anche ai Giardini di L.go Marinai D’Italia sono stati posati decine di nuovi punti luce (pali in alluminio anodizzato, anche in quel caso francamente fuori contesto), senza pero’ rimuovere le torri-faro decisamente bruttine, creando cosi’ un effetto-selva di pali e contropali che da all’insieme un effetto decisamente poco armonico e disordinato; la stessa cosa è stata fatta al Parco Forlanini dove oltre a nuovi punti luce hanno installato nuove torri-faro accanto a quelle vecchie (che spero vengano rimosse).Ma come, a me risulta che le torri-faro fossero in dismissione in quanto troppo alte e poco efficienti in termini di luminosità e dispersione luminosa, vabbè staremo a vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.