"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Magenta – Via Caradosso 16 a Atelier(s) Alfonso Femia

Atelier(s) Alfonso Femia ha vinto il concorso a inviti promosso dalla Banca Ersel per la loro nuova sede a Milano, che prevede il recupero e il parziale restauro dell’edificio in via Caradosso 16, vicino a Santa Maria delle Grazie.

«Milano é una città importante non solo per le nuove architetture, ma anche per i progetti che hanno l’obiettivo di ridare valore al patrimonio esistente. La sfida é un lavoro sui «tempi» differenti della città. Un dialogo nel tempo con il tempo. Il tempo come materia di progetto.» Alfonso Femia.

AF517 con BMS ingegneria, Michelangelo Pugliese paesaggio e per Banca Ersel PCMR project and construction manager, inizieranno i lavori entro il 2020.

Via Caradosso 16 è un elegante palazzo per uffici realizzato nel 1928, progettato dall’architetto Pica per la Società Adamello. In facciata si trovano quattro statue in travertino, due nudi maschili e due femminili realizzati dal grande scultore Leone Lodi.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Porta Magenta – Via Caradosso 16 a Atelier(s) Alfonso Femia

  1. _

    «Milano é una città importante non solo per le nuove architetture, ma anche per i progetti che hanno l’obiettivo di ridare valore al patrimonio esistente. La sfida é un lavoro sui «tempi» differenti della città. Un dialogo nel tempo con il tempo. Il tempo come materia di progetto.»

    Apprezzo che per una volta non abbiamo a che fare col solito copywriter anglofilo, ma questa per capirla va retrotradotta in francese! 🙂

  2. Anonimo

    Oltre al palazzo di via Caradosso 16 andrebbe riqualificata a livello di arredo urbano un po’ tutta la zona. Ci troviamo in una delle zone più suggestive e ricche di patrimonio culturale di Milano ma tutto sembra ormai sciatto ed abbandonato a se stesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.