"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Duomo – Le aiuole in piazza: palme restano e banani sfoltiti

L’attuale configurazione delle aiuole di piazza Duomo rimarrà invariata per i prossimi tre anni. È questo l’esito del bando di sponsorizzazione promosso dall’Amministrazione lo scorso agosto per la realizzazione e cura delle aiuole poste a ovest della piazza a partire dal 1° gennaio 2020. La proposta vincitrice, presentata da Starbucks, prevede il sostanziale mantenimento delle piante e delle essenze presenti, che si sono adattate al clima e all’estetica del luogo. Il progetto ha ricevuto il benestare della Soprintendenza. “Dopo tre anni possiamo vedere come le piante siano cresciute e in buona salute – dichiara l’assessore al Verde Pierfrancesco Maran -. Ringraziamo lo sponsor che ne ha garantito la cura fino ad oggi e continuerà a farlo, dando continuità a un intervento di qualità”. Il progetto, come nel 2017 a firma dell’architetto milanese Marco Bay, porterà un lieve aggiornamento delle aiuole, necessario a ristabilire una certa permeabilità visiva degli spazi. In particolare, verranno diradate le piantumazioni di banani che, godendo di ottima salute, negli anni si sono moltiplicati prendendo molto spazio all’interno delle aiuole, e uno sfoltimento delle specie Miscanthus sinesis, anch’essa divenuta molto rigogliosa. Restano protagoniste le altre specie vegetali presenti che garantiscono fioriture colorate – trachycarpus fortunei (palme), musa ensete,, malvoni, hibiscus, ortensie paniculate, spighe del miscanthus – con l’eccezione della Bergenia ibryda Bach, sostituita nel progetto con la Felce Dryopteris erythrosora, che offrirà un maggior risultato estetico e compositivo nella bordura delle strisce verdi a confine con la parte grigia della ghiaia nero ebano.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Duomo – Le aiuole in piazza: palme restano e banani sfoltiti

    1. Anonimo

      Anche no…
      Non tanto per le famose palme, ma perchè non ha reso quella zona poi molto meglio di prima (anzi, ha reso il bivacco nullafacenti più piacevole e più folto).
      Anche la progettazione del giardinetto evidentemente aveva i suoi lati deboli, non mai stato una vera meraviglia e infatti qualche pianta la cambiano pure per provare a migliorarlo.

      Io avrei sperato in una sistemazione definitiva della zona (comprensiva di spostamento taxi e statuta ricoperta di guano di piccione) ma si vede che i soldi non ci sono o le priorità altrove: in effetti piazza Mercanti e Cordusio sarebbero più urgenti.

  1. Wf

    Ahhahahahaahhahahahahahahahahahahahahahahaahhahahahahahahaahahhahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah

    Godo
    Ok boomer
    😂😂😂😎

  2. Milanese

    Qualcuno si ricorda la proposta di sistemazione della piazza di Renzo piano (sempre a verde)? Fate un poi voi la differenza con i banani attuali 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.