"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centrale – Restaurata la Mela Reintegrata di piazza Duca d’Aosta

La Mela Reintegrata è un’opera simbolica di Michelangelo Pistoletto, che si apre al mondo, così come la stazione ferroviaria, anche simbolicamente, apre la città al mondo. Ecco il motivo della sua collocazione nel 2016 dopo un peregrinare tra piazza del Duomo (rivestita di erba) e nel parco Sempione (coperta di verdi pannelli).

In questi giorni è stata ripulita dal dilavamento che avevano imbrattato la candida superficie.

Collocazione che secondo noi risulta infelice, anche perché è diventata un bivacco per i senzatetto che frequentano la piazza della Stazione Centrale.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | Centrale – Restaurata la Mela Reintegrata di piazza Duca d’Aosta

  1. Ottobre Rosso

    Ottimo. In tal modo potrà continuare ad aprirsi simbolicamente al mondo, offrendo un riparo ed un giaciglio nelle ore più calde a donne e uomini provenienti da terre al di là del mare.

  2. Andrea

    Sarebbe divertente un sondaggio per capire a quanti piace questa mela gigante… Capisco il valore simbolico, meno quello artistico (dato dal nome dell’autore più che dall’opera in sé). Ma è davvero brutta, sembra una qualche scenografia in carta pesta per la recita scolastica delle medie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.