"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Scalo Romana – Aggiornamento Symbiosis D: luglio 2020

Alcune foto di aggiornamento dal cantiere Symbiosis D in zona Scalo Romana.

Gli edifici principali sono stati progettati dallo studio Antonio Citterio Patricia Viel.

Il nuovo edificio denominato D in corso di realizzazione nell’ambito dell’intervento di sviluppo “ Symbiosis ”, un nuovo Business District dal forte carattere innovativo, si trova nella parte meridionale dell’intervento all’angolo tra le vie Adamello e Vezza d’Oglio.

Il nuovo edificio Symbiosis D si sviluppa per nove piani fuori terra a destinazione terziaria con autorimessa privata interrata su due livelli. Ai lati dell’edificio si estende un ampio spazio pedonale pubblico che collega Piazza Olivetti a Via Vezza d’Oglio e a via Orobia. In corrispondenza della via Orobia l’edificio D forma un arretramento che genera una nuova cortina diaframmata da un sistema di aree verdi che si estendono dal Giardino Ruderale (adiacente alla Fondazione Prada) fino alla via Vezza d’Oglio.

L’orientamento principale, in aggiunta, genera due fronti vetrati a Est e Ovest che esprimono una completa apertura dell’edificio verso la piazza e verso l’intorno generando una relazione con il paesaggio urbano.

Symbiosis D è composto da due volumi:

  • Un corpo alto costituito da nove piani fuori terra, articolato attraverso la generazione di sfalsamenti, arretramenti e porzioni di edificio a ponte, resi possibili mediante l’adozione di importanti strutture di trasferimento in carpenteria metallica;
  • Un corpo basso a destinazione multifunzionale, sospeso in quota grazie all’adozione di un sistema in carpenteria metallica, composto da 3 piani fuori terra e da una copertura praticabile con pergolati verdi; gli spazi interni, alcuni a doppia altezza, vengono distribuiti attorno ad un patio centrale, mentre l’auditorium, dotato di ingresso indipendente, è direttamente collegato all’ampio terrazzo verde attrezzato destinato ad ospitare eventi ed attività sportive.

Le strutture di elevazione verticali e gli orizzontamenti sono in calcestruzzo armato e dialogano con importanti strutture in carpenteria metallica di trasferimento.

Si prevede di ottenere la certificazione LEED v4 Core & Shell livello Platinum e WELL v2 core con obiettivo Bronze.

SCE Project è stata coinvolta nella progettazione strutturale preliminare, definitiva ed esecutiva svolta completamente attraverso l’utilizzo di processi digitali su piattaforma BIM dell’Edificio D dell’Area Symbiosis. L’edificio D è in corso di realizzazione e SCE Project è presente in cantiere col ruolo di Direzione Lavori specialistica delle Strutture.

Crediti del progetto da inserire:

Committente: Covivio  – www.covivio.eu

Project management: Covivio Projects & Innovation

Progetto architettonico e Direzione artistica: Antonio Citterio Patricia Viel – www.citterio-viel.com

Progetto Paesaggistico: Arch. Carlo Masera

Progetto Esecutivo Civile, Impianti Meccanici, Impianti Elettrici e Speciali e Coordinamento Progettuale: Artelia Italia S.P.A. – www.it.arteliagroup.com

Progetto Strutture e Direzione lavori Strutture: SCE Project – www.sceproject.it

Progetto Antincendio: FSC Engineering Srl

Facciate: Studio Di Ingegneria Rigone

Progetto Costruttivo: Planimetro S.t.p (architettonico), MBM (strutture metalliche), Redesco Progetti S.r.l (strutturale e cementi armati), Electromeccanica Galli Italo S.p.A (Impianti elettrici), Gianni Benvenuto S.p.A (Impianti meccanici), ISA S.p.A (Facciate)

Direzione Lavori: In PRO S.r.l

Impresa generale: C.M.B.Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.