"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | San Cristoforo – Cantieri Richard e dintorni: luglio 2020

Vi proponiamo un aggiornamento fotografico da uno dei vari cantieri a San Cristoforo, quartiere della periferia sud-ovest di Milano. Qui il nostro precedente articolo.

In questa zona ex-industriale sorgevano le industrie della ceramica Richard. Da due anni a questa parte l’intero lotto e le aree limitrofe sono interessate da diverse opere di riqualificazione.

Queste sono le Torri Richard progettate, dall’imprenditore Ligresti, negli anni Ottanta. Alcune di esse, più diversi capannoni, appartenevano alla Nestlè. Per ora solamente una di esse è in corso di riqualificazione e come possiamo vedere, l’edificio è ancora “impacchettato”

Sia i capannoni che le Torri ora sono proprietà del colosso della pubblicità e delle pubbliche relazioni WPP, che qui fonderà la sua nuova “cittadella”: il WPP CAMPUS. L’intero complesso sorgerà su un area di oltre 30.000 metri quadri ed ha come obiettivo radunare sotto un unico tetto diverse agenzie pubblicitarie, come VMLY&R

Rendering del futuro WPP CAMPUS

Il lavori di recupero urbano non si fermano solamente alla torre, ma riguardano anche alcuni edifici su via Lodovico il Moro. Lo sviluppo degli spazi è firmato dallo studio di architettura britannico BDG, che ha curato i lavori di tutti i Campus WPP già realizzati in altre metropoli internazionali quali: New York, Shanghai, Londra, Madrid ed Amsterdam.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | San Cristoforo – Cantieri Richard e dintorni: luglio 2020

  1. robi

    spero che in Lodovico il Moro riqualifichino anche i marciapiedi adiacenti troppo stretti e non solo alle fermate del tram come invece stanno facendo.
    Anche il tratto di via Richard corrispondente andrebbe rivisto levando parte di quella distesa di asfalto (e di auto parcheggiate ovunque), sostituendolo con spazi di verde e alberi.

    1. V.

      Via Richards quando gli uffici erano in attività attirava una quantità di auto e moto incredibile che tappezzava tutta la zona.
      Spero che nella ristrutturazione abbian costretto i proprietari a dotarsi di adeguati parcheggi interni/sotterranei.

      Non si possono costruire o ristrutturare uffici, incassare i lauti oneri di urbanizzazione e poi scaricare le esigenze di mobilità di chi ci va a lavorare sui residenti della zona.

  2. Marco

    Non mi è chiaro se anche le altre torri verranno restaurate così come si vede dal rendering.
    Abito in zona e la riqualificazione non può che farmi piacere.
    Quello che però preoccupa è il fatto che quella parte dei 22000 dipendenti della società che verrà in macchina, dove parcheggerà la propria auto?

  3. Anonimo

    oltre al fatto che di rimpetto stanno completando alzaia 190 serie di loft da 500k che aggiungerà traffico togliera ‘ posti auto e sarà macello tra lavoratori residenti e sportivi senza ovviamente mettere mano alla l. il moro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.