"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Vigentina – Il nuovo studentato universitario di via Ripamonti 35/37

L’Amministrazione ha riconosciuto l’interesse pubblico generale per la realizzazione di nuovi alloggi a prezzi convenzionati per gli studenti

Incrementare l’offerta di alloggi a prezzi accessibili per gli studenti che scelgono l’eccellenza delle università milanesi, garantendo altresì il recupero di un edificio di pregio in disuso da tempo. Con questo obiettivo l’Amministrazione ha riconosciuto l’interesse pubblico e generale quale servizio per la città relativo alla proposta pervenuta per la realizzazione di uno studentato convenzionato in via Ripamonti 35/37 per circa 700 studenti.

“Milano vuole continuare ad essere una città attrattiva per i giovani – dichiara l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran –. Sono oltre 200 mila gli studenti fuorisede, abbiamo quindi bisogno di ampliare l’offerta di alloggi a prezzi accessibili. Proprio in questo versante della città ha aperto da poco il nuovo campus della Bocconi, allo scalo di Porta Romana il villaggio olimpico sarà trasformato in appartamenti per universitari”.

Il progetto presentato dalla società Prelios SGR S.p.A. ha già avuto il parere favorevole della Commissione per il paesaggio e prevede la realizzazione di alloggi con tariffe a canone calmierato e di un locale con accesso autonomo di circa 240 m2 ad uso comune degli utenti della residenza e della cittadinanza per lo svolgimento di manifestazioni, eventi, mostre e convegni. L’intervento consente inoltre il recupero dell’edificio dell’ex consorzio agrario, con un intervento che prevede sia ristrutturazione sia nuova costruzione, con il conseguente miglioramento del decoro urbano nel quartiere.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.