"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Scalo Romana – Aggiornamento cantieri in zona: ottobre 2020

Nuovo aggiornamento di ottobre 2020 da alcuni cantieri in zona Scalo Romana. Dopo aver visto il cantiere dell’ICS School di viale Ortles, ecco qui il cantiere di Symbiosis D. Gli edifici principali sono stati progettati dallo studio Antonio Citterio Patricia Viel.

Symbiosis D è composto da due volumi:

  • Un corpo alto costituito da nove piani fuori terra, articolato attraverso la generazione di sfalsamenti, arretramenti e porzioni di edificio a ponte, resi possibili mediante l’adozione di importanti strutture di trasferimento in carpenteria metallica;
  • Un corpo basso a destinazione multifunzionale, sospeso in quota grazie all’adozione di un sistema in carpenteria metallica, composto da 3 piani fuori terra e da una copertura praticabile con pergolati verdi; gli spazi interni, alcuni a doppia altezza, vengono distribuiti attorno ad un patio centrale, mentre l’auditorium, dotato di ingresso indipendente, è direttamente collegato all’ampio terrazzo verde attrezzato destinato ad ospitare eventi ed attività sportive.

Le strutture di elevazione verticali e gli orizzontamenti sono in calcestruzzo armato e dialogano con importanti strutture in carpenteria metallica di trasferimento.

Si prevede di ottenere la certificazione LEED v4 Core & Shell livello Platinum e WELL v2 core con obiettivo Bronze.

SCE Project è stata coinvolta nella progettazione strutturale preliminare, definitiva ed esecutiva svolta completamente attraverso l’utilizzo di processi digitali su piattaforma BIM dell’Edificio D dell’Area Symbiosis. L’edificio D è in corso di realizzazione e SCE Project è presente in cantiere col ruolo di Direzione Lavori specialistica delle Strutture.

  • Crediti del progetto da inserire:
  • Committente: Covivio  – www.covivio.eu
  • Project management: Covivio Projects & Innovation
  • Progetto architettonico e Direzione artistica: Antonio Citterio Patricia Viel – www.citterio-viel.com
  • Progetto Paesaggistico: Arch. Carlo Masera
  • Progetto Esecutivo Civile, Impianti Meccanici, Impianti Elettrici e Speciali e Coordinamento Progettuale: Artelia Italia S.P.A. – www.it.arteliagroup.com
  • Progetto Strutture e Direzione lavori Strutture: SCE Project – www.sceproject.it
  • Progetto Antincendio: FSC Engineering Srl
  • Facciate: Studio Di Ingegneria Rigone
  • Progetto Costruttivo: Planimetro S.t.p (architettonico), MBM (strutture metalliche), Redesco Progetti S.r.l (strutturale e cementi armati), Electromeccanica Galli Italo S.p.A (Impianti elettrici), Gianni Benvenuto S.p.A (Impianti meccanici), ISA S.p.A (Facciate)
  • Direzione Lavori: In PRO S.r.l
  • Impresa generale: C.M.B.Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi

Di fronte, in via Adamello, è stato, nel frattempo, demolito completamente l’edificio al civico 10. Per il momento non è stato ancora presentato nulla alla cittadinanza.

Non lontano si trova invece il futuro cantiere di Via Serio Vitae.

In via Serio a breve prenderà vita il progetto di Carlo Ratti Associati, Vitae.

 Vitae si compone di un nuovo edificio e una piazza verde ad uso pubblico destinata a diventare nuovo punto di ritrovo nel quartiere che ospita già Symbiosis e la Fondazione Prada. L’idea innovativa del progetto è la compenetrazione tra spazio pubblico e privato.

Il nuovo edificio infatti sarà interamente percorso da una spirale verde, una promenade di 150 metri che connetterà esternamente i vari piani, dalla terrazza fino alla piazza sottostante, ricca di orti e vigneti e adatta ad ospitare attività sportive all’aria aperta.

Al piano terra la struttura ospiterà Horto, un progetto di ristorazione sostenibile con cucina a chilometro zero e serra idroponica. I primi piani saranno destinati a uffici, sostenibili e avanzati tecnologicamente, mentre al quarto e al quinto piano troverà posto l’espansione del centro d’eccellenza per la ricerca oncologica, già presente sul lato opposto di via Serio, destinata alle partnership di IFOM con altri centri di ricerca internazionali.

In cima, infine, si troveranno, ai piani sesto e settimo, le foresterie per i ricercatori di IFOM e le loro famiglie, e la terrazza panoramica ad uso pubblico all’ottavo piano, punto d’avvio della promenade, coltivata a vite ed erbe aromatiche, un vero tetto verde che contribuirà ad assorbire e drenare le acque meteoriche e ridurre l’effetto isola di calore. Previsto anche un sistema di impianto fotovoltaico ad ovest dell’edificio per la produzione di energia.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Scalo Romana – Aggiornamento cantieri in zona: ottobre 2020

  1. Anonimo

    ma non possiamo spalmare tutu Milano di prgetti come progetto Vitae di Carlo Ratti Associati? non credo ci sia di meglio in giro attaulmente…..questo fa impallidire il bosco verticale….

    1. Anonimo

      Sicuro? A parte il bravo renderista non è che mi sembra una pietra miliare dell’architettura di cui parleranno i libri di storia.

  2. Anonimo

    sembra fatto in economia è vero…pero’ osa parecchio. Mescola gli spazi e stravolge le logiche dei palazzotti mono uso…l’idea giusta qui è la pluralità declinata in vari modi. In termini di visione radicale e di coraggio non trovo pari. Bella la fondazione Prada, bellissimo il campus Bocconi, carina piazza Aulenti e furbe le torri con il bosco verticale….ma qui ci sono meno soldi e piu’ ingegno. Se Milano sposasse questo come manifesto per la sua urbanistica futura sarebbe un bel colpaccio! Non avverrà mai…. 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.