"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Baggio – Installata la prima pensilina “a energia solare” in via Bagarotti

Al via il progetto di Atm che prevede nuove pensiline a impatto zero alimentate completamente ad energia solare in diverse zone della città.

Autonome dal punto di vista energetico, le eco-pensiline sono illuminate a led grazie all’energia fornita da un sottile pannello fotovoltaico (1 mq di area e 2 mm di spessore), installato sul tetto. Tutte sono inoltre dotate di due display a lcd che informano in tempo reale i passeggeri sull’arrivo dei mezzi e sulle notizie che riguardano la mobilità cittadina servita da Atm.

La prima pensilina green è già stata installata in questi giorni in via Bagarotti angolo via Gozzoli, alla fermata dei bus delle linee 63 e 76, nel quartiere Valsesia a Baggio. Nei prossimi mesi, saranno in tutto 60 quelle attivate in diverse zone della città, da Bruzzano a Baggio, da Forlanini al Gallaratese, in modo da rendere sempre più efficiente e confortevole il servizio di trasporto.

Questa iniziativa rientra nel percorso di sostenibilità energetica che da diversi anni Atm ha intrapreso con l’installazione di impianti fotovoltaici nei propri depositi. Ad oggi sul tetto della rimessa tranviaria di Precotto è attivo un impianto da 1252 kW, mentre nel deposito metro di San Donato sono presenti tre impianti con una potenza complessiva di 417 kW.

Inoltre, dal 2018 l’Azienda acquista solo energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, certificata come “Energia Verde” con Garanzia di Origine, che consente di ridurre di circa 120 mila tonnellate all’anno le emissioni di anidride carbonica.


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.