"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | San Cristoforo – Ecco Porta Naviglio Grande

Finalmente, dopo quasi un decennio dalla demolizione dei vecchi fabbricati industriali nel distretto di San Cristoforo sul Naviglio Grande, in piazza Ohm, e dopo vari annunci di progetti vari, sempre di scarsa qualità architettonica, ora pare si parta alla grande, con un bel progetto.

Si tratta del complesso residenziale di Porta Naviglio Grande, sviluppato in tre edifici: due torri, unite alla base, e un edificio in linea, tutti affacciati su un grande parco centrale. Lo sviluppatore è Abitare in.

Troviamo il progetto molto interessante, moderno e cosa molto importante in questo periodo storico, dotato di ampie terrazze e logge.

Il complesso sorgerà in piazza Ohm, all’angolo tra viale Giulio Richard e via Giuseppe Cottolengo.

  • Committente: Abitare In S.p.A. – www.abitareinspa.com
  • Progetto Architettonico & Rendering: Arch. Michele Bulgarelli & Ar.En. Studio Associati
  • Progettazione integrata, Direzione Lavori e BIM & Data Management: SCE Project – www.sceproject.it
  • con KITE Engineering (Progettazione Impiantistica & DLI), GAe Engineering
  • (VVF, RL, CSP & CSE) e GAD – Global Assistance Development (Cost Control)

Le demolizioni dei vecchi insediamenti industriali erano state effettuate nel 2013, come avevamo riportato in un articolo all’epoca. Nel 2018 si era cominciato a scavare e compiere le bonifiche del caso.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | San Cristoforo – Ecco Porta Naviglio Grande

  1. Anonimo

    Un progetto onesto, non eclatante ma più che decente.

    Almeno non ha le solite finestrelle sfalsate un po’ a capocchia per fare i contemporanei.

  2. Anonimo

    Finalmente un progetto con un nome in Italiano!

    Certo che tra il grosso progetto di riqualificazione di WPP in via Richards e questi nuovi sviluppi immobiliari, la sparizione della fermata “Canottieri” dalla S9/Circle Line è ancora di più una vergogna.

  3. N

    il disegno è bello
    confidiamo nell’utilizzo dei materiali.
    i parapetti in vetro sono sempre trasparenti nei render e poi orribilmente blu nella realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.