"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Precotto-Adriano – Prolungamento Metrotranvia 7: febbraio 2021

Avviato lo scorso dicembre il cantiere di bonifica nel lotto di via Tremelloni per il prolungamento della metrotranvia 7, in questo tratto sembra ancora agli inizi.

Si tratta del prolungamento che dalla Bicocca proseguirà attraversando il distretto di Precotto per continuare attraverso il Quartiere Adriano, dove si attesterà a lato della via Adriano, predisposto per proseguire in futuro verso Cascina Gobba e la fermata della metropolitana M2. L’entrata in servizio sarebbe prevista per maggio/giugno 2022.. Il costo dell’opera è di 3,4 milioni di euro, interamente a carico del Comune di Milano.

Questa è la situazione a metà febbraio 2021, lungo il tratto di via Tremelloni.

Qui invece siamo lungo via Adriano, nel quartiere omonimo, dove i lavori interessano la parte centrale della via, dove correrà il tram.

Sempre per i lavori della metrotranvia, sono stati ultimati i lavori per la sistemazione di una ciclabile posta a lato dei marciapiedi.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Precotto-Adriano – Prolungamento Metrotranvia 7: febbraio 2021

    1. Anonimo

      A Milano basta un po’ di corsia riservata (senza neanche priorità semaforica) per chiamare metrotranvia una normale linea tranviaria.

      In Europa un metrotram (o pre-métro, o Sneltram, o Stadtbahn…) è interamente in corsia riservata con precedenza agli incroci (o addirittura coi passaggi a livello) e con significative tratte sotterranee.

  1. Anonimo

    Praticamente passa nel nulla… Demenziale l’urbanistica di questo quartiere, rende impossibile realizzare un trasporto pubblico decente.

  2. Anonimo

    Il tratto attualmente esistente della metrotramvia ha un percorso dedicato per la maggior parte del suo sviluppo e precedenze a tutti gli incroci (o ad one o la maggior parte). Dovrebbe arrivare a cascina Gobba alla fine del progetto.

    Per i milanesi che non vivono nella cerchia dei Navigli, quest’opera può essere estremamente utile, probabilmente più di una estensione di linea metropolitana radiale. Però essendo in superficie fa meno scena…

    1. Adriano

      I tram sono troppo lenti e poco frequenti, la frequenza è l’unica alternativa alla lentezza.
      A budapest nelle tratte dei tram ne passa uno ogni 2 minuti. Qui se ne passa uno ogni 10 minuti è un miracolo….e parlo del centro…figurarsi in periferia.
      Fino a che non si capisce che la gente vuole metterci poco tempo e quindi frequenza a massimo 3 minuti non arriveremo da nessun parte. perchè in molti cercheranno sempre alternative metro, moto, motorini, monopattini, auto, bici ecc….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.