"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Nuova – Cantiere Gioia 20-21: marzo 2021

Un piccolo aggiornamento fotografico dai due cantieri nell’area di via Melchiorre Gioia 20 e 21 collocato a Porta Nuova (Centro Direzionale). Si tratta dei due palazzi posti l’uno di fronte all’altro progettati dallo studio Antonio Citterio – Patricia Viel and partners. Ricordiamo che saranno due edifici per uffici, uno, G20 EST (20 per 98 metri d’altezza) posto nel lotto al civico 20 di via Melchiorre Gioia e l’altro G20 OVEST (11 piani per 64 metri d’altezza) nel ristretto lotto al civico 21 all’angolo con via Sassetti. La conclusione è prevista per il primo quadrimestre del 2024.

Come si vede, per G20 EST si è cominciato a realizzare i diaframmi, i muri di contenimento in cemento armato, una volta ultimati, si potrà procedere con lo scavo per le fondamenta della torre.

Mentre per G20 OVEST, finalmente si è cominciato a predisporre il cantiere solo ora.

via Melchiorre Gioia, Porta Nuova, Centro Direzionale, Antonio Citterio – Patricia Viel and partners, G20 EST-G20 OVEST, via Sassetti, via Pirelli


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Porta Nuova – Cantiere Gioia 20-21: marzo 2021

  1. Anonimo

    Imponenti è un po’ pesanti, ma saranno di grande effetto.
    Certo però che un’autostrada di 6 corsie in piena città non si proprio più vedere ormai… via melchiorre Gioia starebbe benissimo con una linea di tram collegata alla Bicocca e alla metrotramvia 7, o con la riapertura del naviglio ma basta fiume d’auto, siamo nel 2021

    1. Mino Ferraro

      Giudizi misti su questa combinazione di torri sui due lati. Anche a me piacciono parecchio bells loro semplicità. Penso a quell’incrocio, con gli altri edifici progettati sul lato opposto e magari con la serra sul ponte (se costruttori e comune troveranno una via d’uscita onorevole). Bello!

      Un corso d’acqua anziché un fiume di auto, come a Chicago con i grattacieli affacciati all’immissario del mago Michigan: splendido. Ma improbabile…

      Ma nulla vieta a te e a me di farci dei gran rendering nella testa

  2. Anonimo

    Proprio brutto, peccato rovinare la zona con questo progetto di scarsa qualità. Si poteva e si doveva fare meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.