"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Fiera Bolla – Cantiere ciclabile Monte Rosa: aprile 2021

Prosegue il cantiere per riqualificare (o ricostruire) la ciclabile di via Monte Rosa nel secondo tratto che va da piazza Amendola e via Silva, dove la ciclabile venne realizzata più di vent’anni or sono e che ormai versava in condizioni pessime. IL tratto orami ben delineato è quello sul lato dei numeri pari. Una volta concluso questo tratto si procederà per il lato dispari.

Ricordiamo che il primo lotto, da piazza Buonarroti e piazza Amendola, è stato completato lo scorso anno.

Fiera Bolla, Pista ciclabile, via Monte Rosa, piazza Amendola, via Silva, Piazza Buonarroti

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


9 thoughts on “Milano | Fiera Bolla – Cantiere ciclabile Monte Rosa: aprile 2021

  1. franz

    Ma possibile che il Comune di Milano non riesca a piantare un albero senza infilarci due osceni tubi di plastica che rimangono lì per sempre. La solita sciatteria. Ma perché? Non si può usare un altro sistema?

  2. Anonimo

    Bene, ma sempre migliorabile.

    Segnalo due difetti di progettazione comuni in parecchie nuove piste ciclabili milanesi:

    – foto 5: traversine di pietra che delineano non si sa bene cosa (basterebbe un segno sull’asfalto posato). Perché spendere in inutili traverse di pietra che poi creano mini buche nell’asfalto che a lungo andare diventano buche/balzi?

    – foto 7: tombini, spesso tombini come se piovesse, che in due o tre anni diventano sconnessi e pericolosi. Non si possono spostare per avere l’asfalto quanto più liscio possibile?

    Però tutto sommato un buon lavoro 🙂

  3. paolo

    Zona bella di Milano ma con degrado non indifferente. Abito in Via Previati e onestamente tra marciapiedi sporchi e squallidi la pista ciclabile mi sembra il problema minimo.7.000 e passa euro al mq, x passare in mezzo a cacca di cani paletti storti e lavori in ogni dove…..

    1. Anonimo

      Grazie!
      La pulizia e la manutenzione continua sono attività molto più importanti delle nuove opere per la qualità di vita di una città o un quartiere.

      E questo richiede impegno dell’amministrazione ma soprattutto civiltà della popolazione. La cacca dei cani è l’esempio più chiaro dell’ inciviltà dei bipedi. E ho la netta sensazione che sia in aumento ovunque, a giudicare dal numero di torte lasciate in giro

  4. Marco

    Bruttissimo, solita inutile orgia di cordoli. E poi come d’incanto diminuendo i parcheggi (da spina di pesce a lato strada) anche le macchine diminuiscono! Gioco di prestigio di Palazzo Marino! Cosi’ si risolvono i problemi. Oltretutto la nuova pista ha dimensioni spropositate e i ciclisti continuano ad andare per strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.