"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Baggio – La strada del borgo messa in sicurezza

Lunedì 24 maggio iniziano i lavori per riqualificare il tratto di via Forze delle Armate tra via Dalmine e via Gianella, al centro dello storico borgo di Baggio. Verranno posati i paletti per delimitare lo spazio dei pedoni lungo le case e i negozi, evitando così che si parcheggino le auto costringendo i pedoni in mezzo alla strada (forse rendere pedonale l’intero nucleo antico di Baggio?).

Lo ha voluto fortemente il Municipio 7 e tanti cittadini di Baggio, ed è uno dei 40 progetti di riqualificazione e sicurezza stradale che il Comune sta realizzando. Inoltre in questi giorni, sempre a Baggio è stato istallato il semaforo all’incrocio tra le vie Cusago, Romero e via Val d’Intelvi, mettendo finalmente in sicurezza l’incrocio.

Via Forze Armate, Baggio, Via Dalmine, via Gianella, Parcheggio Selvaggio, Via Antonio Ceriani,

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | Baggio – La strada del borgo messa in sicurezza

  1. Davide

    il semaforo è installato da qualche mese.
    Però vi perdono siete troppo bravi e siete venuti anche qui, alla fine del mondo.

  2. Ale

    Anche qui il problema era il parcheggio selvaggio! E mai possibile dove vedere mamma con la carrozzina sulla strada perché le auto occupano il marciapiede?

    Avanti con i dissuasori!

  3. Anna

    Io abito a baggio. Palletti !!!!!!!! Cosa servono se poi abbiamo anche marciapiedi incommentabili!!!!!! Io ho la mamma in carozzina e vi assicuro che i paletti non agegolano la situazione mi domando se sono l unica a notare che le forze dell ordine ( vigili carabinieri e polizia ) in questa zona non fanno niente per la nostra sicurezza . Macchine parcheggiate in qualsiasi modo e i vigili li ho visti con i miei occhi e sentiti con le mie orecchie si domandavano di chi fosse il mezzo parcheggiato in modo irregolare e senza preoccuparsi si allontanavano. Cani di mole inportanti lasciati liberi ovunque e notare che alle cave dove una passeggiata dovrebbe essere rilassante qualche giorno fa’ si e’ scampata una tragedia per un povero barboncino e anche li non ce mai nessuno che ci protegga nel parco della merigia hanno da poco sistemato delle panchine che vandali della zona spostano rendendo delle buche pericolose per chiunque senza parlare di vetri e bottiglie in tutta la zona di baggio e anche qui non ce nessuno che intervenga ora i paletti non aiutano magari una vigilanza più presente e molte importanti aiuterebbero noi cittadini a vivere meglio !!!!!

  4. Pippo

    Oltre ai paletti dovrebbero mettere anche dei dossi artificiali. Faccio il rider, i dossi sono ovunque, tranne che nel borgo di Baggio

  5. stefano vigo

    Questo è solo un primo Intervento per restituire ai pedoni i marciapiedi. Basta spostarsi in Via Delle Forze Armate, tra Piazza Stovani, e Via Dalmine per vedere decine di auto in Sosta Vietata sul marciapiede del lato destro. I pedoni e i disabii possono arrangiarsi a camminare in mezzo alla strada (a rischio di finire investiti). I cartelli di Sosta Vietata esistono, ma sono evidentemente folkloristici (come su tratto dove stanno per iniziare i lavori di posa delle parigine).
    Polizia Locale non pervenuta su multe e rimozioni forzate di veicoli in Sosta Vietata..
    Va quindi esteso quest’intervento di posa delle Parigine alla tratta tra Piazza Stovani, e Via Dalmine.
    Inoltre manca un Piano Parcheggi sia per i residenti, nonchè per gli utenti dell’anagrafe, dell’ufficio D’Igiene, e della farmacia.
    A qualcuno non è venuto in mente di riconvertire il prato abbandonato in Via Beato Michele Da Carcano, in parte a parcheggio (attrezzato anche per la ricarica dei veicoli elettrici), e a parco pubblico attrezzato?
    Si attendono interventi per migliorare il quartiere Baggio da parte di Palazzo Marino, e del Municipio 7, sia su altre Parigine, che su un Piano parcheggi che decongestioni e disciplini la sosta in questo quartiere molto caratteristico di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.