"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Bicocca – Cantieri in zona: giugno 2021

Eccoci con un piccolo aggiornamento fotografico da alcuni cantieri alla Bicocca dei primi giorni di giugno 2021.

Cominciamo dai variopinti palazzi del cantiere della società Caltagirone. Si tratta, per ora, di due palazzine poste nel lotto tra via Chiese, viale Piero e Alberto Pirelli e via Stella Bianca alla Bicocca. A distanza di anni dall’inizio dei lavori, 2018, per ora il progetto non è stato promosso in alcun modo, così come non sono ancora stati diffusi i rendering e non ci sembra avviata neanche una campagna vendite. Intanto, su viale Pirelli, l’impatto muraglione è notevole.

Ed ecco l’ormai ultimato edificio dalle finestre scompigliate di via Stella Bianca, una traversa di Viale Piero e Alberto Pirelli, manca veramente poco per essere completato l’edificio più strano del distretto della Bicocca, il Redo Bicocca Social Campus (qui altre immagini nell’articolo precedente)

Si tratta di un edificio di Social Housing, una torre che si sviluppa per 47 metri di altezza con 14 piani. L’edifico appartiene alla società di gestione del risparmio immobiliare Redo SGR S.p.a ed è stato commissionato dalla stessa.

Concludiamo col cantiere per i nuovi edifici universitari di Viale dell’Innovazione, tra via Stella Bianca e via Mario Fubini, dove si è scavato, montato le gru e si è cominciato a realizzare le fondamenta dell’edificio. Si tratta dell’Edificio U10 dell’Università Milano Bicocca.

Bicocca, Viale dell’Innovazione, Università Milano Bicocca, Piazza dell’Ateneo Nuovo, via Stella Bianca, via Mario Fubini


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


19 thoughts on “Milano | Bicocca – Cantieri in zona: giugno 2021

  1. Astro

    Credo che il progetto di Caltagirone sia in fase di promozione, e siano stati diffusi i render ed avviata la campagna vendite.
    Dal loro sito https://keycalt.com/ si possono avere informazioni. I bilocali dei primi 5 piani sembrano anche tutti venduti.
    Promuovono il complesso anche sulla loro pagina Facebook.
    Forse potete contattarli per avere più informazioni sul progetto complessivo.

    1. Elio

      Sembrano gli edifici che si costruivano nella periferia di Palermo durante gli anni 70-80. Non degni di Milano!! Speculazione pura mi chiedo come sia ancora possibile costruire delle costruzioni così volgari. Ma non abbiamo imparato niente????

      1. Walter

        Un vero obbrobrio … purtroppo li ho visti di persona e fanno davvero impressione. Ma possibile che nel 2021, a Milano, si costruiscano ancora palazzoni del genere ? Ma un’architettura un po’ piu’ gradevole e a misura d’uomo e’ pretendere troppo ?

      2. Anonimo

        Brutti son brutti, anzi bruttissimi. Ma la “speculazione pura” in cosa consisterebbe? Nel farli brutti per venderli ad un prezzo più basso? Non capisco.

    2. Anonimo

      Ho visitato un appartamento.
      Divisione interna razionale.
      Purtroppo perdono molto nella parte tecnologica : termosifoni anni 70, e condizionatori a parete con i motori stile anni 80…
      Diciamo che in fondo è un design vintage…

    1. Marco

      Per forza sono usciti i rendering….Ora che devono vendere…mostruosità!! Non avrebbero dovuto consentire la costruzione di questi muri di cemento!!! Come rovinare una via…e una zona!!!!complimenti al dio denaro!! Caspita fate cose belle almeno!!

  2. Ino Griss

    Su un noto sito ci sono bilo e trilo in vendita a prezzi per me esagerati.

    Dicono i primi 6 piani esauriti… mah!

    Ripeto, non sono brutti, sono completamente fuori contesto. Starebbero bene a Riccione negli anni 80.

  3. Marco

    Per forza sono usciti i rendering….Ora che devono vendere…geni!!! Geni del male!!!mostruosità!! Non avrebbero dovuto consentire la costruzione di questi muri di cemento!!! Come rovinare una via…e una zona!!!!complimenti al dio denaro!! Caspita fate cose belle almeno!!

  4. Marco

    Per forza sono usciti i rendering….Ora che devono vendere…!!!mostruosità!! Non avrebbero dovuto consentire la costruzione di questi muri di cemento!!! Come rovinare una via…e una zona!!!!complimenti al dio denaro!! Caspita fate cose belle almeno!!

  5. Paolo

    Anch’io ho visitato imternamente i palazzi:
    Confermo chi diceva prima che siamo molto indietro a livello di progetto: termosifoni ed impianti anni 80, non è un progetto allineato agli standard di oggi. Però i prezzi eccome se sono allineati, soprattutto per le metrature più grandi.
    Anche a livello estetico troppo ingombranti e poco in armonia con il contesto del quartiere.
    E non è finita: ne cotruiranno di nuovi tutto attorno per massimizzare il guadagno.
    Strano succeda un qlc del genere a Milano.

      1. Anonimo

        Anche lo schema delle classi energetiche sembra quello degli anni 80….

        Adesso è cambiato e si parla di A1, A2, A3, A4.

        1. Anonimo

          Mi scusi ma lo schema delle attestazione energetiche non sono state regolamentate nel 2005. Quando non viene specificata la classe A, si tratta di classe A1.
          Comunque come si fa ad avere una classe energetica così se l’impiantistica è di 40 anni fa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.