"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Ortica – Quale futuro per Via Trentacoste 8?

All’Ortica, nel triangolo formato da Via Trentacoste, Via Cima e via Bistolfi si trova un vasto terreno rimasto per anni in abbandono e ora in fase di bonifica. Qui vi era una palazzina per uffici degli anni Sessanta e una serie di capannoni di proprietà comunale ad uso del Settore Tecnico Infrastrutture e Servizio Segnaletica. Durante la Giunta Moratti l’area venne venduta a BNP Parisbas Italia, ritenendo l’operazione profittevole.

Nel 2020 il Fondo Immobiliare – Comune di Milano II, gestito da Bnp Paribas Reim Italy sgr, ha venduto un immobile in via Trentacoste 8 a MilanoGuardian Managers Luxembourg, alla sua prima operazione in Italia. Guardian ha rilevato l’asset per conto della Sicav GrifIII Investment Fund, attraverso la sua controllata Adl Milano, parzialmente finanziata da Banco Bpm. La banca è stata assistita dallo studio Gatti Pavesi Bianchi, mentre Guardian è stata supportata da Legance – Avvocati Associati. (fonte bebeez.it)

Per ora non è stato ancora divulgato nessun progetto, certo l’area ormai sta diventando appetitosa, anche grazie agli interventi prossimi e in corso nel vicino distretto di Lambrate (Scalo e ex De Nora).

Sempre nello stesso isolato sei trova ancora il palazzo incompiuto tra le vie Bistolfi e Cima, lì dagli anni Novanta in totale degrado, ora in mano a un curatore fallimentare e messo in vendita.

Via Cima per lungo tempo è stata anche sede fissa per un “campeggio” abusivo di camper, con conseguente disagio per i residenti del quartiere.

Riferimento fotografico: Roberto Arsuffi

Tag: Ortica, Lambrate, Via Trentacoste, Via Cima, via Bistolfi, demolizione, Bonifica,

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.