"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Castello – Cantiere di via Porlezza e vicolo San Giovanni sul Muro: ottobre 2021

Aggiornamento fotografico di metà ottobre dal cantiere per la riqualificazione dello slargo formato dall’incrocio di via Porlezza e via Giulini assieme al Vicolo San Giovanni sul Muro, dove sino a qualche mese fa si trovava una specie di mini-teatro realizzato negli anni Settanta in cemento, pensato come luogo di ritrovo per gli impiegati di zona ma effettivamente mai utilizzato per alcun evento e che ormai versava in uno stato di abbandono e degradato.

Il cantiere è orami a buon punto. Ci chiediamo che fine farà il muro di cinta, ora candido. Speriamo in un bel murale a questo punto, prima che sia preda degli imbrattamuri.

Una nota: perché questa usanza di lasciare i motorini e le moto ovunque ci sia spazio, senza considerare il passaggio dei pedoni, senza preoccuparsi della presenza di un monumento, o più semplicemente di un ingresso?

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Riqualificazione, via Porlezza, via Giulini, via San Giovanni sul Muro, Chiesa Ortodossa Santi Sergio, Serafino e Vincenzo

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Castello – Cantiere di via Porlezza e vicolo San Giovanni sul Muro: ottobre 2021

  1. Anonimo

    Sembra un intervento ben riuscito. Da apprezzare l’impegnò a piantare alcuni alberi nonostante lo spazio ristretto. Se ogni Locoro di riqualificazione, privato e pubblico, ci si mettesse la stessa tenacia, Milano finalmente risulterebbe una città con un minimo di verde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.