"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Precotto – Via Lucio Giunio Columella 24: completato

Il progetto è stato programmaticamente relazionato e coordinato con le scelte planivolumetriche già in atto nei lotti confinanti a sud. La soluzione ormai delineata prevedeva in questi lotti un’edificazione a blocchi distinti e disgiunti di pari altezza disposti comunque a seguire l’andamento delle vie Columella e Parmenide  a cadenzare una nuova cortina stradale.

In particolare lungo la via Columella la cessione di spazio da parte di ogni lotto ha permesso la creazione di uno spazio pubblico pedonale pavimentato che rastremandosi verso nord culmina e finisce sulla testata del capannone esistente. Sul versante opposto invece (via Parmenide) è stata prevista la definizione del bordo stradale con parcheggi per le auto e la realizzazione di un “torna indietro” in prossimità del lotto.

Si tratta di un piccolo complesso edilizio residenziale formato da due edifici, uno di solo un piano affacciato su Via Lucio Giunio Columella e uno di 5 piani residenziale con ingresso su via Parmenide.

Il progetto architettonico, molto interessante, è dell’architetto Giovanni Bassi ed è a cura della società di costruzioni Edil C.E.I..

I due edifici distinti sono: il capannone prima esistente è stato ricostruito sostanzialmente conservando la sagoma e un nuovo edificio a blocco che occupa il lotto precedentemente non costruito. I due lotti sono comunque comunicanti e morfologicamente uniti dal giardino interno del lotto est. Questo legame si rafforza attraverso la creazione di un percorso pedonale di accesso da via Columella  che, passando attraverso il vecchio edificio industriale ristrutturato, conduce al nuovo edificio a est che quindi può disporre di due ingressi, sia da via Columella, sia da via Parmenide (dove è situato l’ingresso carraio per l’accesso all’autorimessa interrata).

Qui il basso edificio di via Columella.

Del progetto ci piace molto (nostra opinione) il rivestimento a mattonelle in clinker bruno e le finestre a persiana verde scuro, molto elegante e le ringhiere e balaustre in ferro colorate di bianco.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi, Duepiedisbagliati

Precotto, Via Parmenide, Via Lucio Giunio Columella, Via Pindaro, viale Monza, Villa San Giovanni,

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.