"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Ticinese – Colonne di San Lorenzo e degrado: che dire?

Siamo stufi di mostrare sempre queste immagini, ma riteniamo che l’inerzia nel mantenere ordine e pulizia delle istituzioni in quest’area così monumentale e frequentata dai giovani sia troppo passiva.

Parliamo dell’area che ruota attorno alle Colonne romane di San Lorenzo e alla Basilica di antichissime origini.
Possibile che i ragazzini debbano scarabocchiare ovunque, anche sulle millenarie colonne di San Lorenzo (II Secolo dopo cristo – perciò possiamo dire che hanno quasi 2000 anni)?

Noi di Urbanfile non aggiungiamo altro, solo che il Comune dovrebbe prendere provvedimenti, anche perché non solo le colonne sono prese di mira, ma anche le pareti della millenaria basilica di San Lorenzo e naturalmente ogni superficie scarabocchiabile presente in zona.

Tutti questi monumenti (e non solo) hanno superato millenni, sopravviveranno all’orda dei pennarelli degli imbrattamuri? Il degrado, spesso, comincia da questi piccoli scarabocchi.

Immagini: Roberto Arsuffi

Colonne di San Lorenzo, Basilica di San Lorenzo, Degrado, Imbrattamuri, Porta Ticinese, Carrobbio

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


16 thoughts on “Milano | Porta Ticinese – Colonne di San Lorenzo e degrado: che dire?

  1. Alex

    Che dolore vedere queste immagini! PROTEGGERE QUESTI MONUMENTI SUBITO! PROTEGGERE LA NOSTRA STORIA! magari circondare le colonne e la chiesa di san Lorenzo con qualcosa, vetro ferro o chissà cosa anche se brutto da vedere ma almeno portiamo avanti per altri millenni questi preziosi monumenti che di sicuro meritano molto più valore di quanto il comune e la gente gliene dia.

      1. Anonimo

        Se è il prezzo da pagare per trasmetterli intatti a chi verrà dopo di noi, così sia.

        Ricordiamoci che questi capolavori non sono nostri. Come dicono i nativi americani, li abbiamo solo presi in prestito dai nostri antenati per consegnarli ai nostri discendenti.

  2. Norrsken

    Milano è piombata in un degrado allucinante, questo sempreché un amministrazione lo voglia vedere, denunciare e intervenire di conseguenza ma dato che la situazione è così da diversi anni se ne deduce che alla maggioranza dei milanesi gli va bene di vivere così. Tanti tanti auguri Milano

    1. Ale

      Completamente concorde. Milano devastata dai writer. Negli ultimi 10/15 anni la diffusione degli scarabocchi, che pure esistevano anche prima, ha assunto una dimensione disarmante. Non vi è muro di palazzo non colpito in tutta la città. Anche questa è la Milano di questa amministrazione.

  3. Anonimo

    Li avete votati voi! A Sala e alla sua giunta del degrado non è mai fregato un fico secco. Per loro le cose vanno come devono andare. Non fanno intervenire nessuno, lasciano tutto al caso e raccontano con notizione i cambiamenti epocali che hanno in mente…e poi la gente forse perché non c’era una valida alternativa li rivota. Scandalosi.
    Un po’ di colpa, secondo me,l’avete anche voi di urbanfile che alla fine avete sempre un po’ difeso questa giunta, solo perché vi hanno preso in considerazione e siete entrati un po’ nelle loro grazie.
    Ora iniziate a criticare duramente fino alle prossime amministrative, senza interviste inutili a Maran. Non dovete fargliene passare una perche non sono in grado di gestire decoro e mobilità. E voi per il decoro e la bellezza che esistete come blog. Difendere l’identità culturale di milano spiegando a questa giunta come si fa innovazione, guardando al passato e smettendola di fare tutto al ribasso per spendere poco. Le cose si fanno bene una volta e non male 10 volte di fila.
    Aiutate Milano a prendere la strada di tutelare i Milanesi e la bellezza. Ripostate le falsità di sala quando racconta di forestami continuando poi a cambiare raggio e tipo di arbusti. La prossima volta prima delle amministrative però.

    1. Wf

      Con la Moratti era uguale se non peggio.

      Poi albertini ha permesso sopralzi e parcheggio sul marciapiede.

      Ma di cosa stiamo parlando??

      1. Anonimo

        È sempre molto facile criticare amministrazioni passate e presenti elencando malefatte compiute o omissioni altrettanto esecrabili

        Di sicuro, l’orrendo proliferare di tags et similia è inaccettabile sia che gli idioti insozzino monumenti millenari sia abitazioni private. A Milano questo simpatico esercizio ha sporcato l’intera città.
        Ad amministrazione ed elettorato di centro sinistra rimprovero una certa benevola tolleranza verso chi usa bombolette di vernice spray, così come dall’altro lato vengono tacitamente accettati se non apertamente giustificati altri comportamenti illegali come il parcheggio selvaggio

        Se ognuno cominciasse ad affrontare le travi o le pagliuzze nel proprio occhio prima di guardare negli occhi altrui, risulterebbe più credibile

        Ed, in generale, ci sono codici che regolano la vita civile che sono scritti e conosciuti da tutti. Ogni trasgressione dovrebbe essere perseguita per legge e condannata socialmente, anziché essere accettata/tollerata/esaltata/stigmatizzata a seconda del colore politico delle proprie ideologie

      2. Anonimo

        Niente di più falso, non c’era affatto questo livello di degrado e movida incontrollata. Ma cosa vuoi saperne te che non esci di casa, non sai nemmeno che c’è una ciclabile in C.so Venezia.

        1. Anonimo

          Va be’, L’ avrà’ sentito dire dai suoi amichetti dei centri sociali, a parte questo comunque hai toccato un problema verissimo che si sta verificando sempre di più anche in zone non toccate prima : movida
          ( chiamiamola così per intenderci) incontrollata compreso petardi fuochi d’artificio violenza e risse.

    2. Matteo Biondetti

      condivido ogni riga!!!!! strizzare l’occhiolino all’Amministrazione locale non aiuta a migliorare la città. Il degrado è cresciuto ovunque, Isola, zona Tortona, Colonne, Città Studi, Stazione Centrale, per citare alcune zone, e non si fa nulla per contrastare il dilagante fenomeno (tutto milanese) dei tag! Uno schifo per noi, figuriamo per i turisti

  4. paomi

    Sui social e su questo sito si continua ad esprimere disappunto e dolore in merito allo scempio ma nella realtà cosa facciamo? Siamo tutti bravi a lamentarci dietro una tastiera ma quanta gente avrà visto chi imbratta o danneggia, senza intervenire? E se si chiamano i vigili (ops, polizia locale) in quanto tempo escono? Lo vediamo anche di fronte ad incidenti con feriti ed incidenti che ostruiscono carreggiate! Certo, c’è molto disagio sociale sia da parte di chi lo esprime nei modi peggiori che di chi lo subisce in silenzio perchè se agisci rischi anche reazioni e non ci sono leggi punitive adeguate (vedere a Roma la Barcaccia devastata da tifosi stranieri). Se il popolo tace ed il governo centrale o quelli locali non creano leggi e squadre preposte di intervento, lamentarci non risolve il problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.