"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Barona – Nuova torre all’orizzonte in Via Ettore Ponti

A quanto pare la Milano verticale si fregia di una nuova costruzione alta, non tantissimo, solo 14 piani (così a contare i piani nel rendering qui riportato). Ci troviamo alla Barona (al limite del distretto con San Cristoforo), in via Ettore Ponti 8/10, dove si trovano ancora per poco gli edifici ex commerciali di rivenditori d’automobili, dismessi orami da tempo.

Il nuovo sviluppo promosso da FCMA Real Estate Investment nasce dalla volontà di recuperare due lotti dismessi situati tra la via Ettore Ponti e via Franco Tosi, di fronte al complesso e parco del Villaggio Barona e all’antica chiesa del borgo (oltre ad essere poco distante dal Naviglio Grande).

Il comparto propone un mix tipologico dell’abitare: da un lato due torri di differenti altezze garantiscono una vista a 360 gradi sul landscape milanese; dall’altro, un edificio basso propone un modo di vivere più tradizionale, arricchito dalla presenza di ampi giardini privati e terrazzi di grandi dimensioni. Le residenze gravitano attorno ad una piazza comune, resa viva dalla presenza di numerosi servizi dedicati agli utenti. L’intero complesso è infine circondato da un parco e giardini privati.

Probabilmente il progetto è ancora in fase di revisione e approvazione, ma questo è quello che è stato pubblicato da FCMA sul loro sito.

  • Sito: via Ettore Ponti 8/10, Milano
  • Mq sviluppati lordi: 13.000
  • Unità: 100
  • Anno di costruzione previsto: 2023/2025
  • Tipologia dell’intervento: demolizione e ricostruzione
  • Progetto architettonico: Asti Archietetti
  • Ruolo FCMA. Investment & development management
  • Proprietà: FCMA + Investitori Privati I+ Family Office

In questi giorni sono cominciate le demolizioni dei vecchi magazzini sul lato di via Tosi.

Immagini: Roberto Arsuffi, Asti Architetti, FCMA

Barona, San Cristoforo, Via Ettore Ponti, FCMA Real Estate Investment, Via Tosi, Asti Architetti,

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


12 thoughts on “Milano | Barona – Nuova torre all’orizzonte in Via Ettore Ponti

  1. Albe

    Niente male, anche al netto della lavata green restano pur sempre appartamenti luminosi ed un bel marciapiede.
    L’ area di guadagna

  2. Anonimo

    Un po’ Bosco Verticale de’ noantri, ma come già detto da chi mi ha preceduto, per la zona pur sempre un miglioramento

    1. Anonimo

      E’ legno, molto più elegante di certi scempi che si vedono in giro e di sicuro un gran passo avanti rispetto a quello schifo che è portato dal rivenditore di auto e dall’altro edificio abbandonato.

  3. _

    Mi sembra un bell’edificio, con delle proporzioni eleganti.

    Spero che sistemino la via Ettore Ponti, prolungando il parterre alberato come nel tratto immediatamente precedente – la via come è adesso è inutilmente larga.

  4. Franco pizzuto

    Sono d’accordo: la via Ponti è inutilmente larga a meno che non la si sfrutti per farla diventare viale piantandoci alberi!

  5. Anonimo

    Sarebbero anche da allargare i marciapiedi impedendo la sosta selvaggia e creare una nuova ciclabile, la via è troppo larga.

    1. Anonimo

      Se allarghi i marciapiedi non fai il parterre alberato come nel tratto precedente di Via Ponti.

      Va bene qualsiasi ipotesi ma per una volta sarebbe bello che il Comune o il Municipio ci mettessero un po’ di impegno e trovassero una soluzione omogenea (magari anche con la via Schievano).

      Altrimenti ci ritroviamo con il solito “una scarpa ed una ciabatta” col corollario di mozziconi di ciclabile incongruenti tra loro.

      1. Anonimo

        In realtà intendevo proprio allargare il marciapiede e nel tratto più vicino alla strada mettere delle aiuole alberate, come di fronte al Villaggio Barona. In ogni caso hai ragione, quel pezzo di via richiederebbe proprio una soluzione dignitosa.

      2. Residente

        Principalmente d’accordo, nel tratto in oggetto molti esagerano con la velocità,
        principale causa di incidenti (anche mortali) in piazza Bilbao, che va pure sistemata. Attenzione però a stringere troppo la carreggiata: rischiamo di far
        incolonnare le auto con aumento dell’inquinamento. (Ricordiamoci che passano 2 linee di bus che hanno già i loro problemi a fare la svolta da via Binda su via Ponti: complimenti a chi ha riprogettato l’incrocio!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.