"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | La Maddalena – Al via il restauro del palazzone di via Fra’ Galgario

Nel 1928 la Società immobiliare Fra’ Galgario incaricò l’impresa Cavario di realizzare, su progetto dell’architetto Carlo Rossi, otto imponenti fabbricati residenziali su un’area di proprietà di 8.000 mq, compresa nel territorio della Maddalena tra le vie Fra’ Galgario, Jacopo Palma, Amero Cagnoni e via per Baggio, attuale via delle Forze Armate.

Gli stabili, costruiti in meno di dieci mesi con accessi da via Fra’ Galgario e via per Baggio, sono dotati di negozi con retrobottega, autorimesse e magazzini. All’epoca offrirono circa 950 locali suddivisi in appartamenti da tre a sei ambienti ciascuno, presentano 26 scale e sono quasi tutti muniti di ascensori.

I fabbricati presentano per l’epoca uno stile sobriamente moderno: a livello decorativo troviamo dei timpani stilizzati attorno ad alcune finestre del terzo piano e balaustre in pietra ai balconi del secondo e del primo. Il complesso residenziale, proposto a famiglie del ceto medio, risponde alle norme igieniche e regolamentari, è dotato di ampi cortili e di riscaldamento centrale a termosifone; le strutture principali e le solette sono in cemento armato, il resto in cotto con tetti in comune.

La presenza di numerose acque irrigue in zona comportò l’esecuzione di importanti opere di drenaggio, deviazioni e canalizzazioni: l’intera costruzione poggia su un terreno palificato e bonificato, che comportò una spesa complessiva per la realizzazione degli stabili di 10 milioni di lire e il fontanile Restocco, che scorre nel sottosuolo di via Fra’ Galgario, venne tombinato.

Dopo tutti questi anni, durante i quali forse non sono mai state sistemate queste case, il palazzo è, per ora, in fase di riqualificazione. Infatti da qualche settimana sono state montate le impalcature sul lato di via delle Forze Armate.

L’edificio è formato da 5 differenti palazzi disposti lungo la via Fra’ Galgario, e come si può notare dalle immagini, gli edifici variano di poco gli uni agli altri, pur mantenendo lo stesso stile dèco. Tutti accumunati dalla mancanza di restauro da tempo immemore.

Ci troviamo a due passi dalla stazione M1 Gambara e nel distretto de La Maddalena.

Info: FB – Alla scoperta del territorio De Angeli – Bande Nere

Immagini: Roberto Arsuffi

La Maddalena, Via delle Forze Armate, Piazza Gambara, via Fra’ Galgario, via Jacopo Palma, via Amero Cagnoni

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


6 thoughts on “Milano | La Maddalena – Al via il restauro del palazzone di via Fra’ Galgario

  1. Anonimo

    Molto interessante!

    PS:

    dunque, cent’anni fa bastavano 10 mesi per costruire 5 palazzi di 6 piani mattone su mattone, praticamente senza macchinari, e oggi ci vogliono due-tre anni per un edificio fatto di pezzi già prefabbricati, con tutte le macchine del mondo???

    😀 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.