"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Fiera Bolla – Cantiere ciclabile Monte Rosa: marzo 2022

Aggiornamento dei primi di marzo 2022 dal cantiere per la riqualificazione (o meglio, ricostruzione, visto che già venne realizzata vent’anni fa circa) della ciclabile di via Monte Rosa nel secondo tratto che va da piazza Amendola a via Silva.

Infatti in questa zona la ciclabile ormai versava in condizioni pessime vista l’età. Mentre il tratto oramai ben delineato è quello sul lato dei numeri pari, ora si procede anche sul lato dispari.

Ricordiamo che il primo lotto, da piazza Buonarroti e piazza Amendola, è stato completato nel 2020.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Fiera Bolla, Pista ciclabile, via Monte Rosa, piazza Amendola, via Silva, Piazza Buonarroti

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


9 thoughts on “Milano | Fiera Bolla – Cantiere ciclabile Monte Rosa: marzo 2022

  1. Manuel

    Data che è stata fatta sotto l’amministrazione Pillitteri saranno anche 30 anni fa…
    In ogni caso qui vediamo come vengono spesi i soldi a Milano.

  2. Wf

    Bisogna preparare la città per la riapertura post covid.

    Bene la costruzione di nuove piste ciclabili e il rinnovo di quelle vecchie!

    Quando sarà tutto finito dovremmo potere andare tutti in bicicletta .

  3. vigo stefano

    Veramente questa vecchia pista ciclabile, era stata realizzata piuttosto male, con delle strane curve, una specie di slalom, evidente in prossimità degli incroci stradali.
    Poi con gli anni le radici delle piante hanno dissestato il fondo, tanto che molti ciclisti, preferivano pedalare sul marciapiede, anche per non trovarsi la solita auto parcheggiata male che di fatto la stringeva troppo..
    Certo, tra niente e piuttosto, era diciamo qualcosa.
    Tuttavia se un’opera è ben progettata non dev’essere poi rifatta o corretta in seguito.
    Piuttosto vorrei sapere come mai non si fà proseguire questa pista ciclabile su Piazzale Lotto, e verso l’inizio di Viale Caprilli, e anche il Lido.
    L’attuale attraversamento degli incroci della 90-91 è ultra-pericoloso con le biciclette, che non hanno un tracciato sicuro e protetto.
    Prima di ampliare la rete ciclabile (spesso piuttosto male), non ha più senso realizzare dei brevi tratti di raccordo ben protetti, in questo caso verso San Siro; e il Lido?
    Ci sono dei progetti del Comune di Milano “ambientalista”, in tal senso?

  4. MUC72

    Data la cultura della cittadinanza e la situazione in generale in cui versa la città queste opere sono costose e inutili ma va bene così evidentemente.

  5. Anonimo

    Chi è contro le piste ciclabili ha dei gravi disturbi psichiatrici. È il caso che ne parli con un esperto. Parlo sul serio.

  6. Anonimo

    Hanno messo tanto ordine e riequilibrato un po’ lo spazio: non solo auto, auto e auto parcheggiate ma spazio per tutti.

    Da fare in più strade possibili, con l’obbiettivo di togliere sazio ai mezzi meno efficienti e più inquinanti per darlo ai mezzi più efficienti e meno inquinanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.