"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Nuova – Aggiornamento torre Unipol: fine agosto 2022

Aggiornamento di fine agosto dal cantiere per la costruzione della Torre Unipol, il grattacielo di circa 120 metri, progettato dallo studio di Mario Cucinella Architects in costruzione a Porta Nuova, in via Melchiorre Gioia. 

Come si vede, oltre alla conclusione del montaggio dei rivestimenti nella parte alta, sul lato volto a Nord e a alla BAM, la Biblioteca degli Alberi, sono comparse le prime due lettere, finali, dell’insegna “UNIPOL SAI” che immaginiamo accenderà e distinguerà il nuovo grattacielo rimarcandone la proprietà.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi, 

Torre Unipol, Mario Cucinella Architects, Porta Nuova, via Melchiorre Gioia




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


11 thoughts on “Milano | Porta Nuova – Aggiornamento torre Unipol: fine agosto 2022

  1. Anonimo

    A prescindere da quanto siano cafonal le grosse insegne luminose sui grattacieli…

    …ma uno che giri a Milano e veda i grattacieli alla fine l’assicurazione la farebbe da Allianz, Generali o….UnipolSai? 🙂
    Quindi forse era meglio non scriverci niente !

  2. Riccardo

    Finalmente il mistero è risolto, le famigerate griglie servono come sfondo per l’elegante “scrittona” in facciata.
    Adesso si che hanno un senso!

  3. E.b.

    Neanche in sudamerica si vedono insegne tamarre come quelle di Milano, mi chiedo la paesaggistica di Milano come ha potuto approvarle attenta com’e!! Possibile non si possano vietare?
    Che tristezza……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.