Milano | Senavra – Completato Via Compagnoni 12

In via Compagnoni 12 è stato completato un complesso residenziale di 4 edifici (uno sulla via e tre all’interno della corte) che ha preso il posto di un vasto magazzino appartenuto alla Cinemeccanica, ditta di tecnologie cinematografiche sorta nel 1920 e dismessa qualche anno fa.

Un progetto in classe A firmato da Arassociati, lo studio di architettura che riesce sempre a realizzare dei nuovi palazzi che si armonizzano col contesto e che pare sia sempre stata presente in quel luogo.
 
Ci troviamo alla Senavra, un quartiere eclettico di Porta Vittoria, sorto a partire dai primi decenni del Novecento, fatto per la maggior parte di villette e palazzi costruiti tra il 1905 e 1940, in un bel mix molto gradevole, peccato il disordine urbano dei parcheggi indisciplinati. Il complesso è inserito nell’isolato compreso dalle vie Compagnoni, Marcona, Archimede e viale Campania.

La facciata risulta classica e leggera, grazie alle ampie e aperture delle finestre. L’allineamento con gli altri edifici confinanti garantisce una continuità gradevole e l’aver inserito una elaborata gronda, ormai raramente utilizzata, conferisce al palazzo una sobrietà classicheggiante. Due lunghi balconi (forse troppo leggeri) e un loggiato scandito dal ritmo di colonne metalliche, movimentano ulteriormente la facciata.

Come per gli altri edifici progettati da Arassociati (Corso Garibaldi 123, via Vespucci, via Sanzio 39 e via Varese 19, per citarne qualcuno), la sobrietà e la classicità sono quasi una garanzia. Edifici che riescono ad inserirsi nei contesti strizzando l’occhio alle costruzioni dell’architettura consolidata degli anni del boom, come gli anni Cinquanta e Sessanta pur guardando alle esigenze attuali.

Purtroppo l’interno, formato dai tre edifici, è impossibile da fotografare (a meno che non si venga invitati ad entrare), così possiamo solo immaginarlo grazie ai soli rendering distribuiti (sperando siano veritieri).

Forse l’unico handicap è dato dal fatto che il nuovo complesso si trovi all’interno di un consolidato isolato fatto di edifici di vario genere, per la maggior parte formati dai retro degli stessi, che un tempo non venivano molto curati nell’estetica.

[rev5 – in corso – 2022_05]
Via Giuseppe Compagnoni, 12 >>> COMPAGNONI12 (Compagnoni 12 Real Estate srl) (Varallo Real Estate srl)
(residenziale) (nuova costruzione)
su strada: (1 blocco) (PT + 6 piani) (completamento della cortina edilizia su trada)
interno: (3 blocchi) (PT + 7 piani)
(gla: 12.500 mq) (115 appartamenti) (135 box) (42 cantine)

  • progettista architettonico: (arch. Giovanni da Pozzo @ Arassociati Studio di Architettura)
  • DL: (ing. Andrea Donetti @ Logica Ingegneria srl – Borgomanero, NO)
  • DL artistico: (arch. Giovanni da Pozzo @ Arassociati Studio di Architettura)
  • progettista/DL strutture: (ing. Andrea Donetti @ Logica Ingegneria srl – Borgomanero, NO)
  • progettista/DL impianti elettrici, meccanici, acustica e VVF: (ing. Andrea Donetti @ Logica Ingegneria srl – Borgomanero, NO)
  • RL/CSP/CSE: (ing. Andrea Donetti @ Logica Ingegneria srl – Borgomanero, NO)
  • project management: (Varallo Real Estate srl)
  • impresa affidataria ed esecutrice: (AGM – Appalti Generali Milano srl)

FUORI CARTELLO

  • progetto paesaggistico: (AG&P Greenscape)
  • (Devero Costruzioni spa – Vimercate, MB)

RISORSE

Referenze immagini: Roberto Arsuffi; Arassociati

(ringrazio Duepiedisbagliati per il lavoro certosino dei dati tecnici)

Senavra, Porta Vittoria, via Compagnoni, piazza Grandi, Arassociati, Oneshot Solutions

Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

5 commenti su “Milano | Senavra – Completato Via Compagnoni 12”

  1. Posso solo immaginare la vita dallinterno dei fabbricati allinterno del cortile … un muro discontinuo di facciate trasciarte con miserevoli balconcini zeppi di armadietti ingrigiti…
    Rivalutare l’area del cortile non garantisce niente rispetto allintorno.

    Anche no, grazie

    Rispondi
  2. il progetto dell’edificio fronte strada secondo me non è male, si inserisce molto bene! ho qualche dubbo sugli edifici all’interno, non tanto per il loro risultato, ma per dove si inseriscono .. all interno di un cortile, circondati da una cortina di palazzi..

    Rispondi
  3. io non mi riesco a spiegare come potesse essere stata suddivisa la proprietà fondiaria originale in modo tale da consentire uno scempio interno di queste dimensioni.

    ma che roba orrenda che volumetrie immense.

    beato chi c’ha i soldi e si compra l’ultimo piano ma il resto… insomma.

    Rispondi
  4. Il palazzo è bello, inserito bene nel contesto, ma c’è un grosso problema di quote perché il passo carraio è più basso di almeno 40 cm rispetto alla quota del marciapiede esistente, si può vedere anche da una vostra foto.
    Che peccato, spero trovino una soluzione per non avere il marciapiede con salita e discesa.

    Rispondi

Lascia un commento