Milano | Bullona – Al via la demolizione di via Procaccini 37 per un nuovo residenziale

Milano Bullona. I quartieri sorti nell’area delle cascine a nord del Borgo degli Ortolani (oggi Quartiere Cinese) dove fra le molte si trovavano quelle della Bullona, la Ravana, la Sgrafignana e altre ancora, col tempo, essendo “periferia” si costellò presto di piccole industrie. Via Procaccini venne tracciata solo alla fine dell’Ottocento, completando in un certo qual modo, l’anello di congiunzione tra il Cimitero Monumentale e Corso Sempione.

Al civico 37 di via Procaccini (nell’isolato formato da via Procaccini, via Lomazzo, via Bertini e piazza Gramsci) era rimasto un unico “dente mancante” nella cortina di edifici di varie epoche allineati in gronda, un unica casa di un piano affiancata da due palazzi di 6 e 5 piani.

Il piccolo fabbricato, come dicevamo, probabilmente gli uffici di una vecchia ditta, realizzato all’inizio del Novecento in stile classico con un unico balcone centrale, celava un capannone con copertura a botte, diventato poi un garage e magazzino, presto sarà demolito completamente, ora è ancora in fase di bonifica.

Milano – Bullona, via Giulio Cesare Procaccini 37 > Procaccini 37 (nella mappa Urbanfile codice: BUL9(residenziale) (nuova costruzione)

  • committente: 
  • progetto architettonico: Architetti Anna Maria Boniardi e Anna Ferrara

CARTELLO 1 (marzo 2024) > bonifiche MCA – demolizioni – scavi

  • DL
    • (arch. Anna Maria Boniardi – Como, CO)
    • (ing. Maurizio Caiani – Bollate, MI)
  • CSP: (ing. Veronica Sala – Usmate Velate, MB)
  • RL/CSE: (geom. Jacopo Gasti)
  • impresa esecutrice: (Manfreda Scavi srl – Cormano, MI)

[Comm.PAESAGGIO]

  • s.24 del 05/07/2022 (#30) >>> SCIA condizionata >> ristrutturazione con cambio d’uso e ampliamento >> realizzazione di nuovo edificio residenziale con autorimessa interrata >>> FAVOREVOLE

[Permesso di Costruire]

  • 204 del 17/11/2023 >>> nuova edificazione mediante utilizzo di diritti perequati con demolizione edificio esistente (a destinazione commerciale/residenziale) e costruzione di edificio residenziale

Procaccini 37, sarà un immobile di 7 piani a destinazione residenziale dall’architettura contemporanea ma con un uno stile classico, che ben si inserisce nel contesto. Progettato dagli Architetti Anna Maria Boniardi e Anna Ferrara, coniugando eleganza, sostenibilità ed efficienza. Naturalmente è stato progettato secondo gli standard qualitativi odierni, con materiali e tecnologie innovative. 26 appartamenti, 3 locali o pentalocali con balconi e logge che affacciano sul giardino interno, per ogni unità abitativa è previsto posto bici/moto elettrica con colonnina per la ricarica e box auto al primo o secondo piano interrato.

  • Referenze immagini: Roberto Arsuffi, Duepiedisbagliati,
  • Bullona, Via Procaccini, Residenziale, Corso Sempione, Quartiere Cinese, Paolo Sarpi, Cimitero Monumentale
Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

19 commenti su “Milano | Bullona – Al via la demolizione di via Procaccini 37 per un nuovo residenziale”

  1. Si poteva benissimo per lo meno preservare quel poco di facciata in stile neoclassico della villetta posta sulla sinistra, è davvero un peccato perdere quella parte di edificio.

    Rispondi
  2. Non era nessuna ditta e un magazzino. Era un locale notturno che e voi avete corrotto tutti per sto palazzo di mer**
    Sono stati lasciati a casa decine e decine di dipendenti senza lavoro.
    Il karma gira per tutti

    Rispondi
  3. Continuate a cancellare i commenti😂
    In italia c’è la libertà di espressione, siete dei fascisti di merda che censurano le cose che non gli vanno a genio🤢
    Il karma gira ricordatevelo

    Rispondi
  4. Avete fatto perdere la casa ad un intera famiglia e fatto perdere lavoro a decine di dipendenti per sto palazzo.
    Era un locale notturno in funzione e non un magazzino o garage abbandonato.
    Complimenti

    Rispondi
  5. Adesso basta!
    Un’altra architettura storica che viene distrutta per conformarsi alla bruttezza che regna oggi.
    È ora di fermare questi scempi!

    Rispondi
  6. al simpaticone che cambia nome: tutti i suoi commenti sono visibili. nessuno in questo blog partecipa alla costruzione dell’edificio.

    Rispondi
  7. Ma perché volete sempre imporre il vostro gusto estetico impedendo di far valere i propri diritti a chi ne ha diritto? Vi piace questa palazzina? Compratela voi e mantenetela come è.
    La proprietà ha tutto il diritto, nel rispetto delle regole urbanistiche, di disporne.
    Non vi piace il nuovo palazzo? E pazienza.
    Ma non impedite a chi ne ha diritto di mettere a frutto i propri beni.

    Rispondi
  8. Ed anche il “Milano”, se ne va. Così come l’ImVilla accanto allo stadio.
    Stessa proprietà. L’altro ancora in stato di abbandono in cerca di nuovi proprietari, ma la richiesta ed i vincoli bloccano possibili compratori.
    Qui fra l’abbandono e il riuso meglio il secondo.
    Il gusto estetico è personale. È quello scelto a me piace.
    Poi non sarà qualcosa di “alto”.
    Anche il leonca l’hanno abbattuto per fare un condominio.
    Anche il Rainbow in zona forze armate l’hanno abbattuto per fare un condominio.
    È il corso delle cose.
    Sperare che chi costruisce lo fa con gusto Liberty o da Milano del ’30, è inimmaginabile.
    Il positivo è che non si rubano mq di città per fare case nuove ma si utilizza lo stesso “suolo”.
    Ahh, anche in Ravizza hanno demolito sia un cinema che l’ American Coulturella, per fare in entrambi i casi palazzi di pregio

    Rispondi

Lascia un commento