"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cinque Vie – Via le auto da piazza Santo Sepolcro?

Piazza Santo Sepolcro -3 Piazza Santo Sepolcro -2

Santo Sepolcro 3

Questo sarebbe uno dei nostri sogni: quello di vedere sparire le automobili parcheggiate nella bellissima e antichissima (oltre che importantissima) piazza Santo Sepolcro, cuore antico della città.

Qui i romani edificarono il loro Foro cittadino, con i palazzi più importanti, e qui si incrociavano il Cardo e il Decumano. Fu qui che nel Medioevo venne costruita al centro della piazza una chiesa importante, sorta dopo le crociate, una chiesa che ricordasse il Santo Sepolcro.

Rimasta una piazza importante per secoli, con l’avvento delle automobili si è trasformata in un bel parcheggio.

I turisti, quasi inesistenti per questa città, fino a pochi anni fa, a quanto pare, non si sono mai accorti della sua esistenza. Per fortuna le cose cambiano, e ora in piazza Santo Sepolcro parecchi turisti incominciano ad arrivare sebbene appaia come una piazza/parcheggio, cercando di fare slalom tra le vetture parcheggiate per entrare nella chiesa o trovando modi assurdi per scattare foto senza beccare la distesa di lamiere che coronano questo monumento.

Qualcun altro, oltre a noi di Urbanfile, ha iniziato a chiedersi se sia possibile che un luogo così importante sia così mal valorizzato. Ultimamente si è posto rimedio, riqualificando e pedonalizzando alcune belle piazze cittadine come : piazza Liberty, piazza Pio XI (davanti all’Ambrosiana, non lontano da questa piazza), piazza Beccaria (ancora un cantiere ma che sta diventando un vero gioiellino) o via Brisa, tutti parcheggi fino a non molto tempo fa e ora aree pedonali ridisegnate e riqualificate.

A quanto pare se n’è accorto anche il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini che passando da piazza San Sepolcro è rimasto perplesso. «Parlerò con il ministro Angelino Alfano e con il sindaco Beppe Sala dell’ipotesi di togliere le auto dall’area storica – ha detto -. Io credo che tutti i luoghi importanti debbano essere fruibili al meglio per il pubblico, compatibilmente con le esigenze dello Stato».

Bnp Paribas a breve dovrebbe partire con la demolizione del vecchio e brutto garage Sanremo per costruirvi delle nuove residenze, così come dovrebbero (non si sa quando, ma sono bloccati da oramai 4 anni) riprendere i lavori in via del Bollo per altri palazzi, tutte novità che invogliano una riqualificazione.

La piazza è usata dal vicino Commissariato di zona come parcheggio per i funzionari (a quanto pare non possono arrivare in zona con i mezzi pubblici…) e non solo. Una situazione comunque che il Comune deve assolutamente risolvere, Milano non si merita una trascuratezza del genere.

Soluzioni potrebbero esser fatte coi vicini parcheggi sotterranei nelle vicinanze, sempre semi vuoti e che con delle convenzioni speciali potrebbero risolvere una parte del problema parcheggi.

Alcuni nostri articoli inerenti piazza Santo Sepolcro.

 

19-santo-sepolcro 2012-11-16_Piazza San Sepolcro_4 2012-11-16_Piazza San Sepolcro_2 2012-11-16_Piazza San Sepolcro_1 2012-11-16_Piazza San Sepolcro_3

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


23 thoughts on “Milano | Cinque Vie – Via le auto da piazza Santo Sepolcro?

  1. wf

    Se fossimo in Germania questa splendida piazza nei gironi di festa sarebbe un bellissimo blumenmarkt, ossia mercato dei fiori, strapieno di residenti e turisti. Una vera colorata e vivace cartolina della domenica.
    Avverrebbe un indotto della madonna per tutto il quartiere.

    Peccato che sia l’ennesimo esempio di come il parcheggio porti povertà, degrado, desertificazione e in fin dei conti anche declino economico.
    Spreco di valore che è lì. Bisogna solo saperlo vedere.
    E metterlo nelle condizioni di farlo funzionare.
    Benedetti i turisti.

  2. robertoq

    La Polizia lavora 24/7 quindi ha sicuramente bisogno di un parcheggio per auto private e di servizio: non sarebbe più giusto che si trasferissero in un palazzo più adatto alle loro esigenze?
    Tanto più che se entrate, le condizioni degli uffici fanno accapponare la pelle…sembra che dagli anni 50 in poi non abbian mai visto ristrutturazione o manutenzione.

    In ogni caso fa piacere che finalmente qualcuno abbia il coraggio finirla con la “damnatio memoriae” e di chiedere la sistemazione e valorizzazione di Piazza San Sepolcro, che per decenni è stata volontariamente abbandonata e lasciata deperire a causa dei trascorsi storici (Il fascismo nel 1919 è nato proprio li)

  3. antonio

    Appunto . le macchine sono tutte della Polizia. In teoria il problema è risolvibile.. convenzione con i parcheggi di zona. Oppure il commissariato potrebbe spostarsi ( tempi decennali minimo..) ma la piazza non può aspettare. A proposito non tutto il garage sanremo è brutto..la pensilina mi sembra degna di nota.Spero che i costruttori di Bnp abbiano pensato a destinare parte della nuova costruzione a parcheggio…magari per i poliziotti.

  4. antonio

    Dimenticavo.. ridicolo che la piazza sia invasa dalle auto e accanto c’è un garage inutilizzato da anni… una lungimirante gestione avrebbe messo insieme le due cose

  5. Anonimo

    ben vengano tutti questi interventi di riqualificazione di piazze, creando aree pedonali e non di parcheggio, ma sono sempre convinto che prima bisogna cominciare a sistemare le vie di scorrimento, soprattutto dove passano i tram, per far si che i mezzi pubblici siano competitivi e di incentivo per non utilizzare l’auto, Altrimenti tutte queste realizzazioni non fanno altro che spostare il problema parcheggi degrado da un’area all’ altra.

    Ad esempio, si sta lavorando sull’ asservimento semaforico del 9 (anche da troppo tempo), perchè non si riqualificano via Sabotino, Bligny,Col di Lana Gorizia per ottimizzare il lavoro tecnologico in corso e rendere la linea efficiente.
    Questa politica la si trasmetta alle linee successiva in lavorazione, il trasporto pubblico diventa man mano sempre più efficiente e magari l’uso delle auto si riduce, anche perchè si eliminano gli spazi abusivi per parcheggiarla.

  6. Anonimo

    guarda che non servono opere di ingegneria, progetti complessi o altro, basta nella maggior parte dei casi ridisegnare tratti di marciapiedi, realizzare degli spartitraffico e qualche corsia riservata con relativo varco elettronico.
    Si rivitalizzano angoli di vita quotidiana, tutt’oggi soffocati dall’ingombro delle automobili e del traffico in generale, divenendo di fatto invivibili.

  7. roberto

    … mi sono dimenticato, la priorità semaforica soffre, tanto da diventare inefficace, se il traffico aumenta. Basta vedere al semaforo di Porta Vigentina nelle ultime settimane, nelle ore più trafficate.

    1. Anonimo

      Hai assolutamente ragione, se il problema è il traffico congestionato agli incroci, la priorità semaforica non serve a molto, anzi è controproducente.

  8. GR

    Un piccolo angolo di Milano che potrebbe tornare alla vita. Per eliminare le auto bisogna spostare il doppio commissariato (polizia da un lato e carabinieri dall’altro), eliminare il garage Sanremo e darsi da fare con l’arredo urbano. Utopia? No, solo buonsenso. E a coloro che ritengono dannoso eliminare il commissariato, rispondo dicendo che un doppio commissariato localizzato in quel punto è inutile, perché possiede un’accessibilità complessa. Mettetili in una via di scorrimento, o accorpateli con altre sedi, basta che vadano via di lì.

  9. Anonimo

    Possibile che i nostri governanti non lo capiscano ? Lo chiede la gente a gran voce : più aree pedonali, più zone a traffico pedonale privilegiato, più ciclabili = a miglior qualità delle vita, più turismo più economia per tutti…
    Concordo con il post precedente. Non servono investimenti clamorosi o impossibili,ma solo qualche accorgimento allargando marciapiedi, installando poche telecamere ZTL, posizionando paracarri contro la sosta selvaggia e piantando qualche aiuola o albero…

  10. Adriano

    Ieri ho provato a chiedere a un posteggio privato per invitare degli amici a casa e sapete quanto costa all’ora, mi ha risposto 4/5 euro, ma stiamo scherzando? dovevano stare dalle 18 a mezzanotte e avrebbero dovuto spendere 30 euro, ecco perchè i silos o posteggi al chiuso sono vuoti, perchè fanno tariffe assurde.
    Questa è la cosa vergognosa avere dei posteggi con tariffe fuori da ogni logica.
    Il comune dovrebbe intervenire in due modi, eliminare i posteggi in strada e mettere delle tariffe sostenibili nei posteggi privati, come il posteggio in strada 1,50 all’ora non di più, altrimenti la gente continuerà a posteggiare in doppia fila e sul marciapiede, e se metti i dissuasori e l’alternativa è spendere 30 euro, sposti il problema in zone più periferiche ma non risolvi il problema delle auto messe ovunque, la soluzione è avere posteggi la chiuso con tariffe sostenibili, così togli le auto dalla strada, il posteggio non deve costare più di 100 euro al mese altrimenti la gente trova soluzioni alternative pur di prendere l’auto comunque…

    1. wf

      Pur condividendo l’idea che il comune debba cercare un intesa con i parcheggi sotterranei (che ricordo, sono PRIVATI) per agevolare tariffe, il dissuasore Non sposta semplicemente il problema ma lo elimina, tanto che il parcheggiatore folle cerca parcheggio più lontano?

      Si mettano dissuasori in lontano, vi sarà una distanza la quale scoraggia definitivamente il PRENDERE L’AUTOMOBILE da casa.

      Che poi è quello che fate tutti voi quando andate in Francia a trovare gli amici la sera. Non ci pensate nemmeno di uscire la macchina. O metro o tram o taxi.
      Proprio perché i dissuasori sono dappertutto. Dopo 2,3 volte che girate a vuoto per cercare un *buco su aiuola o marciapiede desistete e pagate anche 4 euro l’ora. La prossima volta si organizza con il taxi o tram, oppure tutti in una auto sola si divide il costo del parcheggio.

      Mentre a Milano i dissuasori sono.
      Da nessuna parte….

      E i garage rimangono stterraneamente vuoti.
      Favorevole a tariffe minori per abbonamenti lunga sosta.
      No per brevi periodi perché non disincentivano l’organizzarsi con un mezzo che non contempla l’automobile.

    2. Anonimo

      Concordo con il fatto che il comune debba cercare di negoziare delle tariffe un po’ più agevolate ma non dimentichiamoci che stiamo parlando di strutture private che hanno grossi costi di gestione.

      Comunque 6×4= 24. Non mi sembra una cifra folle per un gruppo di amici che vuol passare una serata a casa di amici. Altrimenti c’è sempre il taxi che permetterebbe a numerosi ” amici ” di non doversi mettere al volante dopo aver passato una splendida serata in compagnia accompagnata da qualche bicchiere di troppo – altro tema sottovalutato da noi ( solo da noi … ) che permetterebbe di scoraggiare ulteriormente l uso della macchina specialmente di sera.

  11. Adriano

    wf, se una persona deve venirti a trovare la sera oppure nel fine settimana e abita in provincia di varese o in provincia di como, mi spieghi che mezzi prende?
    Non si può dire che chi deve stare per brevi periodi deve pagare tanto, deve pagare il giusto e non deve per forza organizzarsi con i mezzi pubblici, perchè, come ripeto sempre, fuori Milano non esistono i mezzi pubblici. Questo ragionamento vale per quelli che vengono una tantum a milano, mentre per i pendolari dovrebbero organizzarsi in altro modo.

    1. wf

      Però all’estero come fanno?
      Se vengono ogni tanto pagano…

      La modulazione deve essere fatta però non incentivando l’arrivo con l’automobile piuttosto che con i mezzi.Se è troppo conveniente tutti prendono l’auto..

      Accolgo comunque l’idea di rimodulare le tariffe dei parcheggi, questo senzaltro, abbinato all’impedmento totale fisico della sosta “irregolare” in superficie..

      Diciamo uno scambio EQUO vs EQUO..
      Zero parcheggi gratis sopra vs tariffe eque sottoterra

      1. Adriano

        Bene siamo d’accordo, se siamo arrivati a un compromesso io e te possiamo andare al comune a spiegargli come sistemare la città…ehehe… buona giornata.

  12. Nicola

    Ma basta, che si usino i mezzi o la bici. In ufficio da me è pieno di 30enni in formissima che usano solo e esclusivamente l’auto anche per fare 500 metri, poi vanno in palestra a correre sui tapis roullant perché altrimenti non arrivano a 4000 passi al giorno (app iPhone). Ma che senso ha? L’auto la si lasci ai disabili o a chi fa i turni di notte, per tutto il resto organizzarsi con mezzi alternativi non fa che migliorare la vita a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.