"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Isola – Come mettere la sporcizia sotto il tappeto!

In zona Isola, dove la via Borsieri piega per diventare via de Castillia, ai piedi delle torri Tecnimont e del Bosco Verticale, ci sono un orrendo parcheggio disordinato e uno spazio urbano che pare si siano dimenticati da diversi anni. In teoria questo spazio dovrebbe essere riqualificato quando sarà realizzato il progetto per il cavalcavia Bussa, che abbiamo ri-visto solo pochi articoli fa.

Di seguito tre immagini del progetto del Cavalcavia Bussa:

Qui invece la situazione attuale.

A guardare questo spazio urbano ci si domanda se qualcuno dei grandi progettisti che a pochi metri hanno realizzato le meraviglie di Piazza Gae Aulenti e delle Varesine siano mai passati di qui.

Sembra quasi che in tutto questo tempo, visto che non fa parte del loro compito, abbiano guardato alto ignorando questo disordine. Uno spazio che da sempre, da quando vennero demolite le case per creare il cavalcavia mai concluso, non si è mai risolto e mai è stato considerato, forse anche perché in una zona popolare e che un tempo era fortemente degradata.

Possibile che in tutti questi anni il Comune non abbia mai pensato ad una soluzione, anche semplice, per dare un po’ di dignità a questo spiazzo? Auto accavallate le une alle altre, il palo che reggeva le lastre di marmo con segnati i nomi delle due vie andato a pezzi e che ora sembra più un crocefisso. I new-jersey in cemento buttati a delimitare un lato del parcheggio, alberi con radici invadenti e distruttive cresciuti selvaggiamente e che pare sollevino persino le vetture. Il Bikemi sempre assediato dalle vetture.

Insomma, secondo noi i soldi per due cordoli e un po’ di catrame ben steso con due piccole aiuole e un parcheggio ben disegnato avrebbero dato ordine a questo luogo. Sembra quasi che abbiano fatto grandi pulizie nella zona, ma abbiano nascosto la sporcizia sotto il tappeto proprio in questa “piazzetta”.

In tutto ciò siamo rimasti anche colpiti nel vedere che uno dei pochi alberi adulti della via de Castillia, una vecchia robinia, sia stata abbattuta perché pericolosa, forse ammalata e vecchia. Da qualche mese il suo mozzicone di ceppo fa capolino e ce lo ricorda tra una vettura parcheggiata e l’altra.

L’albero presente ancora lo scorso anno

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


7 thoughts on “Milano | Isola – Come mettere la sporcizia sotto il tappeto!

  1. Enchanted Avenger

    Purtroppo come ho già detto altre volte questo è lo stato NORMALE dei marciapiedi di Milano, non l’eccezione.

    Torno a invitarvi a fare un giro nella vicina via Melchiorre Gioia, immersa nel degrado a pochi metri dalla torre della regione. Mi chiedo spesso cosa possono pensare i turisti che, malauguratamente, cartina alla mano, dall’Hotel Crowne Plaza decidano di andare a piedi a Porta Nuova passando per via Gioia.

  2. massy982

    Personalmente il progetto del Cavalcavia Bussa non mi convince. Credo che il cavalcavia abbia una sua utilità di connessione per la viabilità. Chiaramente lo stato di degrado di quell’incrocio è pauroso!! Anche qui i parcheggi non devono per forza sparire completamente ma essere ridisegnati in modo civile.

    1. Rocco

      Ha ragione Claudio, basta provare a passare per capire che ci passano pochissime auto e il parcheggio si riempie solo per la movida serale di gente che viene da fuori.

  3. Nicola

    Chissà se lo faranno mai quel progetto. Sarebbe una svolta per Milano, la prima volta che si prende uno spazio molto grande dedicato alle auto e lo si riqualifica per la gente, dando un mix di funzioni interessanti. Finora si è semplicemente chiuso al traffico alcuni spazi (piazza Castello) o riqualificato altri (darsena) o pedonalizzato piccolissime porzioni di città (Beccaria). Qua si svolterà secondo me. Speriamo, ne abbiamo bisogno. Non abbiamo bisogno di rimesse di automobili buttate sui marciapiedi.

  4. Rocco

    A me più del cavalcavia interessa davvero veder sparire quel cimitero di auto… Speriamo che lo facciano presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.