"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Sempione – Un garage sotto Corso Sempione?

Oggi il Sindaco Sala ha annunciato, durante una riunione tenutasi all’8°Municipio, che potrebbe esserci una svolta per risolvere il problema del parcheggio selvaggio nel bellissimo boulevard che è Corso Sempione.

Il vecchio progetto di Álvaro Siza

La parte di parterre già liberata dalla sosta selvaggia

La richiesta giunta al Sindaco è stata espressa dal presidente di zona Simone Zambelli e prevede di togliere circa 600/700 auto dai parterre alberati che si trovano al centro del corso Sempione. Questo lo si potrebbe ottenere costruendo un parcheggio sotterraneo nella zona centrale del viale, prima dell’incrocio con le vie Canova e Melzi d’Eril.

Questo Corso ha una storia importante ed è l’unica via veramente monumentale e con un cannocchiale sull’Arco e il Castello degni di una capitale. Vedere le auto ammassate ai lati sulle aiuole in modo disordinato è un vero scempio, per i turisti ma soprattutto per i cittadini stessi che non si meritano una città poco attenta al decoro.

Anche perché, come ha detto il sindaco: “ci risulta che parecchie delle macchine che sono lì non sono di residenti e abbiamo il dovere della cura del bene pubblico e del decoro”.

Per questo eventuale parcheggio interrato per il momento non c’è ancora un progetto vero e proprio, ma ci sarebbe già un privato che ha manifestato interesse per l’operazione.

Per Zambelli il piano è fattibile: “Ci sono persino finanziamenti europei per la riqualificazione di quell’area. Se si realizzasse il progetto potremmo avere finalmente anche noi i nostri Champs-Élysées”.

Di seguito alcune immagini di com’è il corso attualmente.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


16 thoughts on “Milano | Sempione – Un garage sotto Corso Sempione?

  1. Vittorio

    Molte di queste auto sono in palese stato di abbandono, come innumerevoli altre in giro per la città, perché non iniziare eliminando queste?

  2. Massy982

    però mi sembra che ora hanno rimesso a verde molte delle aree che prima erano usate dalle macchine, utilizzando dele recinzioni basse con ibpalindi legno. solo in fondo, abbastanza distanti dall’arco ci sono ancora le macchine parcheggiate nel parterre (che sono le ultime foto che avete messo). Ora la situazione è migliorata molto. Ma vome sempre c’è margine di miglioramento.

  3. Pierre

    Importante è che il nuovo progetto dispone di tanto verde. Milano ne ha bisogno disperatamente. Per me il garage ci sta pure. Ho più un problema con la solita sosta selvaggia. Bisogna veramente cambiare musica!

    1. PIEMONTESEDOC

      Ecco per iniziare a cambiar musica potresti costruirti una capanna in mezzo a un Prato, di parchi ce ne sono fin troppi

  4. Wf

    In questo caso non mi scandalizzerebbe un parcheggio sotterraneo nel quale far convogliare OBBLIGATORIAMENTE tutte le auto che vengono da fuori.

    E attuare il bellissimo progetto del boulevard alla francese.

  5. Pierre

    Chi viene da fuori deve mettere la macchina in un parcheggio sotterraneo. Unica proposta sensata. Non puoi occupare piazze e aiuole.

  6. Anonimo

    Molto bello. Vediamo se hanno il coraggio e i soldi per metterlo in pratica ho è il solito annuncio megalomane.
    Non essendoci nemmeno un progetto finire il tutto entro il 2021 mi sembra alquanto ambizioso…

  7. Anonimo

    … sparata da megalomane come la piantumazione di via Larga o la riqualificazione a verde di piazza Sant’Agostino. Fino ad oggi sono state inaugurate in pompa magna sole opere e progetti delle giunte precedenti.

    1. Anonimo

      le giunte precedenti a Pisapia avevan lasciato tanti di quei progetti da finire che non è un male che li abbian terminati!
      E poi fino a poco fa eravamo tutti a lamentarci che tra Pisapia e Sala non si vedevan nuovi progetti di ampio respiro: adesso che oltre agli scali, cominciano a ripensare il tema parcheggi ci lamentiamo? Mi sembra assurdo!

      1. Anonimo

        So e sono finiti i progetti di via Larga e Sant Agostino tanto sbandierati in campagna elettorale ? I hanno pure fatto fare un sondaggio on-line e poi non ne hanno più parlato. Non sono contro Sala ma sicuramente ha il vizietto di essere in prima fila ad inaugurare progetti ereditati praticamente completati. Sul discorso scali non mi pronuncio poiché in primi è ancora tutto campato in aria ed obiettivamente anche questo è un progetto ereditato. Rivaluterò l’operato dei megalomani quando vedrò iniziato i progetto promessi in campagna elettorale oppure l’EMA a Milano ( anche se quest’ultima dipende più dal governo che dalll’attuale amministrazione)

  8. ALESSANDRO GATTI

    Ogni cambiamento che porta ad un miglioramento è ben accetto; sempione ha un enorme potenziale di intervento ed è doveroso metterci mano!

  9. Ludo

    Ben venga il parcheggio sotterraneo… magari! Finché non lo realizzano però i controviali rimangono essenziali. In questi ultimi mesi hanno semplicemente eliminato molti parcheggi vicini al parco (viale Alemagna, tratto iniziale del Corso Sempione) senza offrire alternative, e rendendo solo più difficile l’accesso al parco per le famiglie che lo frequentano con bambini piccoli.

    1. Adriano

      Secondo il vostro amico Maran, devi andare sempre in bicicletta o con i mezzi…quindi se vuoi andare al parco per fare un pic nic, la borsa frigo, il passeggino e tutto il necessario la porti con la bici…semplice no?
      Invece Sala che si muove in macchina come il milanese medio, sopratutto nei week end ha capito che mancano posteggi obbligatori.

      E’ semplice se tolgo 100/200 posti auto, devo assicurarmi che nessuno possa mettere l’auto li con dissuasori ecc.. poi costruisco un posteggio sotterraneo vicino alle aree di maggior afflusso, visto che di notte non ci sono i mezzi e la movida è una delle maggiori cause di posteggio selvaggio.
      Non posso pensare che uno per venire alla sera in corso sempione lascia la macchina a lampugnano o chi sa dove e ci viene come un mezzo che passa ogni 10 miniti se va bene, questa visione è solo di qualcuno che non capisce un c…o di mobilità (Maran).
      Basta andare in molte città italiane e funziona così posteggio a pagamento e la sosta residenti rispettata…e un cazzo di ausiliare o vigile che gira a controllare le auto che devono essere messe in questi posteggi, ma fino a che i posteggi così a milano non ci sono e non ci sono dissuasori e ausiliari/vigili la cosa non funzionerà mai.

      I posteggi nelle aree di interesse vanno messi a ridosso e senza permettere la sosta a chi non ne ha diritto.

      Poi il discorso pendolari è diverso…

      1. Andy

        Discorso condivisibile al 50% (la prima parte) poi nebuloso e un filo illiberale. Ma credi di vivere un una dittatura che puoi permetterti di dire chi ha il diritto di parcheggiare e chi no?
        Da scompisciarsi dal ridere quando porti a esempio “altre città italiane”. Ci potresti dire in quali città funziona così, se non è troppo disturbo? Poi diventi sintatticalmente nebuloso e non capisco cosa tu voglia dire.
        Diciamo così: prima di mettere i divieti di sosta, bisogna creare dei parcheggi, soprattutto per i residenti. Pedonalizzare la carreggiata centrale è una ca**ata inaudita, visto che la strada non è particolarmente costeggiata da locali, eccetto il tratto vicino all’Arco della Pace.
        In conclusione: sì ai parcheggi per residenti e – dopo – sì alla rimozione di tutte le auto posteggiate irregolarmente e no alla pedonalizzazione della parte centrale della strada. Eccheccazzzzzzzzzzz

  10. Andrea

    Il vero progetto sarebbe quello di costruire una linea metropolitana da Cairoli Castello fino alle Fiera lungo corso Sempione. Durante la costruzione si possono anche costruire dei parcheggi ai lati della linea metropolitana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.