"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Isola – Palazzo Lombardia è un po’ una delusione…

Ieri sono passato in via Restelli a Milano, e ho visto il “giardino” appena ultimato della Regione Lombardia, che dire, onestamente pensavo in qualcosa di meglio.

Ricordo dei vecchi rendering del Palazzo Lombardia dove si vedeva una specie di canale (a ricordo dei famosi navigli) lungo il percorso della via e attorno spazi verdi, alberi ecc… mi piaceva molto, ora tutto questo è stato sostituito da aiuole ovali a mo’ di collinetta e da due fontane “sorgive” ovali anch’esse.
Invece ho trovato troppo cemento, aiuole un po’ striminzite a dire il vero, e che dire dei Menhir, le pietre lombarde piazzate in modo casuale lungo la via, sistemate come fossero delle statue che non sono, circondate dalla ringhierina e con le luci per l’illuminazione ben visibili (chissà quanto dureranno).
Mentre le fontane (2) sono l’unica cosa che mi piace assieme alle panchine circolari.
Mentre avrei preferito qualcosa di simile al giardino fatto in Place Jean Paul Riopelle a Montreal, magari accompagnato da un bel vascone ce riproducesse il naviglio.

Ora che siamo al 90% del realizzato, posso dire che Palazzo Lombardia è un po’ una delusione.

Non è alto abbastanza, io avrei fatto meno corpi bassi e una torre alta almeno 300 metri.
Più giardino sia su via Restelli che su Melchiorre Gioia.
Il Belvedere rimane un’utopia… peccato che come al solito lo si userà in occasioni speciali, ma nn c’avevano promesso il punto panoramico sempre aperto?
Per fortuna che almeno il Lanternone lo tengono acceso… ci mancava anche che nn fosse illuminato.
Gli impianti tecnici a vista li trovo orrendi, specie per un palazzo NUOVO di zecca come questo, ma come si fa a non considerarli da subito?
Speravo in negozi più belli e meno stile mensa, invece…

Mi piace molto la forma sinuosa (anche se nella prima versione la preferivo),  la Piazza coperta e anche il rivestimento di tutte le superfici,  mi piacciono molto i dipinti che si trovano in uno degli ingressi, quelli floreali, per il resto gli do una bella insufficienza.

Peccato.

Ecco l’esempio, Place Jean Paul Riopelle a Montreal

 




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.