"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Le disastrose condizioni della FL2

La FL2 è una delle ferrovie regionali che connette Roma con il suo popoloso hinterland: serve infatti a connettere la capitale con la Valle dell’Aniene e l’Abruzzo.

Non solo, essa attraversa anche popolosi quartieri come il Prenestino (viale della Serenissima), Tor Sapienza, La Rustica, più ovviamente alcune nuove centralità sorte nella periferia romana in questi ultimi anni, come Ponte di Nona e Lunghezza.

Dunque, potrebbe essere una risorsa preziosa per la nostra città, affamata di infrastrutture per il trasporto pubblico assolutamente insufficienti.

La realtà, purtroppo, è molto più cruda delle aspettative. Infatti la FL2 si presenta nella sua tratta urbana in uno stato di semi abbandono, con stazioni vuote e ormai orientate al degrado e all’incuria.

Questo è dovuto anche ad una cattiva organizzazione del servizio e a delle frequenze che non rispondono alle necessità di un treno metropolitano. Tanto per fare un esempio, sulla FL1 e sulla FL3 si hanno treni ogni 15 minuti, mentre su questa ferrovia regionale buchi di mezzora tra una corsa e l’altra sono la normalità. 
Ovviamente questa situazione rende assolutamente sconveniente prendere il treno per recarsi a Tiburtina, dove si dovrà effettuare successivamente un altro trasbordo verso le FL, la metro o gli autobus.

E come un cane che si morde la coda, il tutto si ripercuote sulle stazioni stesse, con un’utenza inesistente e un degrado crescente che sembra assalirle, nonostante la nuova tratta sia stata aperta al pubblico solo nel 2007.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.