"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Portello – Via Gattamelata, i soliti lavori a frazioni

Lo scorso anno per “rallegrale” i delegati internazionali che si erano dati appuntamento al MiCo – Milano Congressi, via Gattamelata era stata, solo in parte, sistemata con delle belle aiuole. Ora la situazione è a voler ben guardare, alquanto ridicola. Il tratto da Piazzale Carlo Magno fino a Via Bartolomeo Colleoni è stupendo, aiuole ben curate, alberi, pista ciclabile (ops, qualche furbo come al solito non rispetta le ciclabili e ci parcheggia sopra, ma d’altra parte siamo a Milano, non a Londra). Poi superando la Via Colleoni, la ciclabile qui è stata fatta in sede protetta ma le aiuole non esistono, o meglio, ci sono ma mal tenute, con dissuasori ad archetto storti e rotti da un lato e dall’altro i soliti parcheggi alla rinfusa.
Proseguendo ci troviamo all’incrocio con Via Faravelli dove la pista ciclabile sparisce e la strada torna come prima fino al successivo incrocio. Dove riprende la ciclabile, ma realizzata in un altro metodo. Ovvero pista su marciapiede colorata con catrame rosso bordata da aiuole. Questo solo da un lato, come si potrebbe immaginare visto che siamo a Milano.

Perché questi interventi così disordinati per la stessa via? Forse perché fatti in tempi diversi o appaltati a differenti ditte?




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.