"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Tre Torri – Il nostro reportage a Citylife: terza parte

Terza e ultima parte del nostro reportage fotografico a Citylife.

In questa parte ci siamo concentrati più sulla Torre Generali, progettata dallo studio Zaha Hadid Architects, sarà completata nel 2017 e l’edificio, una volta terminato, comprenderà 44 piani per un’altezza complessiva di 170 metri.
La torre è la seconda ad essere costruita delle Tre Torri che compongono il CityLife Business & Shopping District, cuore del progetto CityLife, insieme a Torre Allianz, progettata da Arata Isozaki con Andrea Maffei e Torre Libeskind, i cui lavori di scavo sono stati avviati a febbraio 2015 e che ora vedono completata la fase di posa dei pali di fondazione.

Come abbiamo detto nei precedenti articoli, noi siamo saliti al decimo piano della torre e abbiamo potuto ammirare da vicino lo stato dei lavori, vetrate e il panorama, peccato per la giornata molto uggiosa.
Da fine marzo la Torre Generali è visibile fuori terra e al momento ha raggiunto il 14° piano e il 17° del core; i lavori procedono con un ritmo di costruzione di un piano a settimana per una media mensile di 4 piani al mese. Il termine dei lavori è previsto entro il 2017.
Archistar di fama mondiale e unica donna vincitrice del Premio Pritzker (2004), Zaha Hadid è stata inserita nel 2010 dalla rivista Time tra le 100 persone più influenti al mondo. Per CityLife, oltre alla Torre, ha firmato anche il prestigioso complesso residenziale che, insieme alle Residenze disegnate da Daniel Libeskind, è un esempio di eccellenza e design senza rivali.
Torre Generali è direttamente connessa con la galleria commerciale del CityLife Shopping District e ai ristoranti affacciati sul Parco che sono disposti ai suoi piedi. Tramite l’imponente lobby di ingresso a doppia altezza di Torre Generali si potrà accedere direttamente alla Piazza di CityLife dove è situata la stazione della nuova linea metropolitana M5. L’accesso veicolare è garantito da un innovativo sistema di viabilità interrata con risalite dai parcheggi direttamente verso la lobby della Torre e la Galleria commerciale.
Il concept architettonico è così descritto dallo studio Zaha Hadid Architects:
“La torre, posta alla convergenza tra importanti assi urbani, rappresenta il punto focale di prospettive e percorsi di grande interesse. Questi, attraversando il parco, si avvolgono tortuosi fino a generare un vortice. Tale immagine dinamica del tessuto urbano circostante è divenuta oggetto delle nostre investigazioni formali e ha ispirato la geometria del progetto. La base della torre, animata da queste tensioni, emerge dal suolo lenta e sinuosa, accogliendo la galleria commerciale e i percorsi pedonali. La forza torsionale contagia la torre, vero fulcro del vortice, e l’energia orizzontale si risolve in spinta verticale”
In linea con questo movimento, la torre è concepita come una sequenza di piani che ruotano attorno ad un asse verticale, con un sistema di 18 pilastri inclinati disposti sul perimetro di ciascun piano.
Tali pilastri a inclinazione variabile, che caratterizzano il disegno architettonico peculiare di Torre Generali, verranno realizzati grazie all’impiego di un sistema di casseri metallici studiati appositamente per questo cantiere, con opportuni puntelli ancorati a ciascun solaio e posati seguendo un sofisticato sistema di tracciamento topografico.
La facciata della Torre, che copre una superficie di 15.000 mq, sarà realizzata con un sistema a doppia pelle, per garantire l’effetto estetico di torsione su quella esterna e la massima efficienza energetica ottenuta dalla pelle interna. Questo sistema di facciata, integrato con un sistema di climatizzazione a travi fredde garantisce un alto livello di prestazioni energetiche e di confort all’interno del fabbricato stesso.
Nel core centrale della torre corrono 10 ascensori, che con la velocità di 7 metri al secondo permetteranno di raggiungere l’ultimo piano della torre in meno di 36 secondi.
La costruzione della Torre è affidata al general contractor C.M.B. di Carpi (MO), che si sta occupando anche della progettazione esecutiva.
Torre Generali ha già ottenuto, come le altre Torri, la pre certificazione LEED™ con rating GOLD, soddisfacendo i prerequisiti di sostenibilità ambientale previsti dagli standard internazionali LEED™. L’ottenimento di questa certificazione conferma l’impegno che da sempre CityLife dimostra nei confronti della sostenibilità ambientale, ponendosi in coerenza e continuità con l’obiettivo di realizzare un intero quartiere rispettoso dell’ambiente.

2015-10-15_Torre_Hadid

2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_25 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_27

 

2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_46 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_47 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_48 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_49 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_50 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_51

2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_63B

2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_52 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_52B 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_53 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_54 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_55 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_56

 

2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_56B

2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_57 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_58 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_59 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_60 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_61 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_62 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_63 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_64 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_652015-10-15_Tre_Torri_Citylife_67 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_66
2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_68 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_69 2015-10-15_Tre_Torri_Citylife_70

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.