"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Tre Torri – La “Madunina” sempre più in alto

O mia bela Madunina che te brillet de lontan
tuta d’ora e piscinina, ti te dominet Milan
sota a ti se viv la vita, se sta mai coi man in man
canten tucc “lontan de Napoli se moeur”
ma po’ i vegnen chi a Milan..

Raccontava la canzone negli anni Trenta.

2015-11-22_Torre Isozaki_1 2015-11-22_Torre Isozaki_2 2015-11-22_Torre Isozaki_9

La Madonnina (piccolina non tanto, visto che è alta ben 4,16 metri) sin dalla sua posa, avvenuta nel 1774, sul Duomo di Milano protegge e osserva la città dall’alto, posta a 108,5 metri. Naturalmente ogni volta che un palazzo supera d’altezza il punto più alto della città si ricorre al rito della posa di una copia della Madonnina che deve per forza essere nel punto più alto della città. Una tradizione, iniziata col grattacielo Pirelli che nel 1958 superò in altezza la guglia del Duomo con i suoi misura 127 metri. Così una sua copia della statua venne posta sul tetto del grattacielo, superato solo nel 2010 dal Grattacielo della Regione Lombardia che vide posare sul nuovo tetto della città un’altra copia, questa volta salita a 161 metri d’altezza.

Ieri la madonnina è “salita” ancora più in alto, sino ai 207 metri di altezza effettiva dal piano stradale, della Torre Isozaki (125 metri sul livello del mare il livello del suolo in zona Tre Torri, portando l’altezza del tetto della torre Allianz a circa 332). La torre è stata  progettata da Arata Isozaki e Andrea Maffei, e realizzata dalla Colombo costruzioni.

Infatti ieri pomeriggio si è svolta la cerimonia di inaugurazione con la posa della madonnina alla presenza dei manager di Allianz, giornalisti e fotografi, oltre al parroco della zona per benedire la scultura realizzata secondo le indicazioni della Veneranda Fabbrica del Duomo.

«L’edificio è per noi espressione di eccellenza e innovazione in design, tecnologia, efficienza operativa ed energetica», dice Klaus-Peter Roehler, amministratore delegato di Allianz Italia. «Razionalizziamo la nostra presenza concentrando dal 2017 in un’unica sede quasi 3 mila persone oggi dislocate in sette edifici, con spazi studiati per favorire al massimo il lavoro in team. E l’investimento, di oltre 360 milioni, rappresenta l’ultimo atto del nostro impegno in Italia e in particolare a Milano, uno dei principali centri finanziari internazionali, una vera capitale europea».

Immagini dal Corriere della Sera e Milano Panoramica.

2015_Isozaki_Madonnina_0

2015_Isozaki_Madonnina_1 2015_Isozaki_Madonnina_2 2015_Isozaki_Madonnina_3 2015_Isozaki_Madonnina_4 2015_Isozaki_Madonnina_5 2015_Isozaki_Madonnina_6 2015_Isozaki_Madonnina_7 2015_Isozaki_Madonnina_8

 




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Zona Tre Torri – La “Madunina” sempre più in alto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.