"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Porta Volta – L’hotel in costruzione

Polo di Porta Volta Hotel di Arassociati, sta salendo definendosi sempre più. Infatti, dopo qualche mese di blocco, la parte edificata è salita a metà costruzione. Manca ancora la parte frontale, su Piazzale del Monumentale, dove dovrebbe venire realizzato un parcheggio sotterraneo e uno spiazzo pubblico con giardino soprastante.

 

2016-02-06_Porta_Volta_5 2016-02-06_Porta_Volta_4 2016-02-06_Porta_Volta_3 2016-02-06_Porta_Volta_2 2016-02-06_Porta_Volta_1

Lo stesso spazio come si presentava fino al 2012/13 con i vecchi edifici ENEL

Porta_Volta_Bramante_2013_1 Porta_Volta_Bramante_2013_2 Porta_Volta_Bramante_2013_3 Porta_Volta_Bramante_2013_4 Porta_Volta_Bramante_2013_5 Porta_Volta_Bramante_2013_6 Porta_Volta_Bramante_2013_7 Porta_Volta_Bramante_2013_8 Porta_Volta_Bramante_2013_9 Porta_Volta_Bramante_2013_10

 

Ed ecco come sarà l’hotel Porta Volta

rendering

rendering rendering rendering




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Zona Porta Volta – L’hotel in costruzione

  1. Davide V.

    Lo trovo veramente orribile ed anonimo, non si poteva davvero fare di meglio? A che servono poi quelle pareti cieche? Proprio butto.

  2. Claudio K.

    In effetti dai rendering non sembra ‘sto capolavoro. Ma lo “scivolo” che si vede nell’ultimo rendering?

    Comunque mi sembra che il piazzale del Cimitero Monumentale rischi di diventare un patchwork di architetture diverse senza né capo né coda, accomunate da un’unica carattersitica: la banalità.

    Ma, mi chiedo, visto che si è buttato giù e costruito ex novo, non si poteva fare un master plan e dare un minimo di linee guida?

    Solito problema che ci tocca ripetere ad nauseam a ogni commento: a Milano ci sarà anche la buona volontà, ma MANCA TOTALMENTE LA VISIONE STRATEGICA.

    Tutti gli assessori dovrebbero farsi un corso full-immersion di un mesetto a Barcellona, o anche solo a Lione (possibilmente a spese loro).

  3. Anonimo

    Mi sembra che tutto l’intervento sull’area ex Enel sia caratterizzata da una bassissima qualità architettonica e da un altissima volontà speculativa, l’hotel sarà purtroppo solo uno dei tanti brutti tasselli di questo maxi cantiere.

  4. Alessandro

    mamma mia che orrore….ma chi gliel’ha autorizzato? Si erano distratti al Comune?
    Tra l’altro gli edifici dell’Enel avevano il loro fascino …potevano essere recuperati.

  5. Anonimo

    Sembra un palazzo degli anni 80 con un sopralzo venuto male. Complimenti allo studio che lo ha progettato ed alla commissione urbanistica del comune che lo ha approvato. Una schifezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.