"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Pasquirolo – le stelle abbandonate di Largo Corsia dei Servi

In una delle gallerie che contornano quello spazio urbano mal riuscito realizzato negli anni Cinquanta che è Largo Corsia dei Servi, esattamente la galleria del civico 21 (non ha un vero nome e non è che sia una meraviglia architettonica) che unisce lo slargo con Corso Europa, si trova una curiosità recente che col tempo si è andata a perdere. Infatti qui si trovano le impronte con dedica dei personaggi della TV e dello spettacolo internazionale che hanno cavalcato la cresta dell’onda tra gli anni Ottanta e i primi anni 2000.

Stiamo parlando della Walk of Fame milanese, realizzata in quegli anni da TV Sorrisi e Canzoni per il Telegatto, il premio televisivo che ultimamente si è tristemente appannato così come la nostrana passeggiata delle star.

Qui al civico 21 aveva sede dal 1984 la redazione del settimanale TV Sorrisi e Canzoni, poi trasferitosi alla Mondadori di Segrate abbandonando anche il “progetto” portato avanti per quasi tre decenni.

I vincitori della versione italiana degli Oscar della TV lasciavano le proprie impronte e l’autografo su un calco, che veniva successivamente trasformato in lastra e  posizionato sul pavimento ai lati della galleria. Molti nomi a dire il vero son passati come meteore, ma alcuni brillano ancora oggi, come Angela Lansbury (la signora in Giallo) o Arnold Schwarzenegger e i nomi sono i più vari e tutti hanno contribuito alla storia della TV e del cinema italiano o internazionale, da Michael Douglas a Sylvester Stallone, da Sharon Stone a Sandra Mondaini, da Sophia Loren a Susan Sarandon.

L’ultima mattonella risale al 2004, anno in cui la manifestazione si è trasferita a Roma (e si è interrotta nel 2008). Il Telegatto ha avuto notevole influenza nella storia della TV italiana e inevitabilmente anche sulla cultura del mondo dello spettacolo e televisivo.

Oggi questa piccola storia pare sia stata dimenticata completamente, tanto che un dehor di un bar ne ha coperte buona parte e il resto è maltenuto, alcune mattonelle sono rotte in alcuni punti. Insomma, non c’è neanche un cartello che descriva la cosa, che potrebbe essere una curiosità tra le cose da vedere a Milano. Forse tra molti anni, qualcuno si accorgerà di quest’angolo abbandonato e noterà le piastre oramai distrutte, e come succede spesso in città… si rimuoverà questo periodo storico cancellandolo per sempre.

Abbiamo recentemente scoperto che si è formato un gruppo su Facebook che vuole salvare la Walk of Fame.

2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_0

2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_1

2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_21 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_20 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_19 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_18 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_17 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_16 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_15 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_14 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_13 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_12 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_11 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_10 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_9 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_8 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_7 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_6 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_5 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_22 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_4 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_3 2013-08-03_Impronte_Star_Corso_Europa_2

 




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Pasquirolo – le stelle abbandonate di Largo Corsia dei Servi

  1. ocia87

    Non sono d’accordo con l’anonimo qui sopra. Le capitali estere valorizzano qualsiasi cavolata. Berlino è riuscita addirittura a far turismo coi suoi semafori.
    Sono sicuro che qualche turista lo si attirerebbe con un investimento rasente lo zero. Perché non tentare?

  2. Anonimo

    Sicuramente finchè l’intera zona rimane così sottofrequentata, qualsiasi progetto sarebbe inutile.Largo Augusto è indecente.

  3. Nicola

    Sapete se l’apertura della m4 tra sei anni porterà finalmente alla pedonalizzazione di corso Europa? Se si tutta quella zona, ora altamente degradata si riqualificherà. Ci vuole una riqualificazione anche per piazza Beccaria e bisogna chiudere senza pietà lo schifosissimo parcheggio mediolanum

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.