"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Farini – Stelvio-Farini, l’angolo di nessuno

L’incrocio Viale Stelvio con Via Farini è, a nostro avviso – uno dei  più brutti di Milano. Non solo l’incrocio a destare perplessità, ma anche l’isolato “moderno” dove si trova l’area commerciale.

I palazzoni, sorti tra il 1964 ed il 1972, hanno preso il posto di un’industria, la sede delle Officine Farmacologiche Lombarde.

Farini_Stelvio_1920

Via Farini e sullo sfondo a sinistra della strada la sede delle Officine Farmacologiche Lombarde 1910-15

Via Farini angolo piazza Pasolini 1950-55

Via Farini angolo piazza Pasolini 1950-55 sulla destra le Officine Farmacologiche Lombarde

L'area delle Officine Farmacologiche Lombarde Prima del 65 e dopo

L’area delle Officine Farmacologiche Lombarde Prima del 65 e dopo

Farini_ Officine Farmacologiche Lombarde 1964

Case quasi popolari e un’area commerciale su via Farini, compreso un parcheggio sotterraneo: questo è il risultato del pensiero di città degli anni Cinquanta e Sessanta, quando le automobili erano al centro della vita.

Questo angolo depresso di Milano era già stato oggetto delle cronache nel 2012 per il gran numero di prostitute e loschi affari che si svolgevano nel parcheggio sotterraneo.

Dopo anni l’area ha ancora un generale senso di abbandono che evidenzia la necessità di un progetto di riqualificazione.

Ci chiediamo come sia possibile che tutti i commercianti della zona non si ribellino a questo deserto. Un parcheggio degno di una città da terzo mondo, un guardrail malridotto e inguardabile, pali, cabine, baracchini e altri orpelli che rendono  questo punto veramente disordinato.

Il nostro articolo precedente che si chiedeva come mai questo scorcio di città sia tanto malridotto.

2016-05-15_Farini_1 2016-05-15_Farini_2 2016-05-15_Farini_3 2016-05-15_Farini_4 2016-05-15_Farini_5 2016-05-15_Farini_6

Piazza Giuseppe Pasolini

Via_Farini_1

2016-05-15_Farini_7 2016-05-15_Farini_7b

 

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


13 thoughts on “Milano | Farini – Stelvio-Farini, l’angolo di nessuno

  1. Adriano

    Assolutamente d’accordo un angolo di milano inguardabile, tra l’altro come dico sempre il brutto porta al brutto e le frequentazioni della zona parlano da se.

  2. Adriano

    Vi faccio una provocazione, perchè il comune non dice ai commericianti dell’area, non paghi le tasse per un po’ e con quei soldi riqualifichi la zona?!

  3. -Ale-

    Urbansitca anni ’60… cemento, palazzoni = degrado. Lezione non ancora compresa da tutti a MIlano…

    Va detto però che se si sistema questo angolo, la zona via Farini\Via Valtellina non è male, anzi! Da un lato c’è Isola, in costante miglioramento, dall’altra c’è lo scalo Farini, che se riqualificato adeguatamente renderà la zona molto attrattiva.

  4. Anonimo

    Maledetti anni 60. Ci vorrà un secolo per rimediare a quello che hanno fatto in quegli anni.I palazzoni sono veramente brutti. Fatti solo per stipare maggior numero di persone possibili. La demolizione sarebbe l’unica soluzione possibile. Ma non si può fare, quindi penserei ad un intervento semplice.. tanto verde panchine e interventi per farne una vera piazza e non un parcheggio.

  5. Anonimo

    E’ davvero un angolo pietoso! Peccato perchè lì vicino c’è zona Isola, un quartiere che si sta rifacendo il look negli ultimi anni… speriamo possa contagiare positivamente quest’angolo di città. Ci vorebbe verde e rinnovamento dell’urbanisitica (marciapiedi, cordoli, aiuole, parcheggi sistemati ecc.)

  6. Raffaele

    Abito in Viale Marche e vi do per certo che è una zona dimenticata. Vi ricordo un vostro articolo di qualche anno fa sul disastro di Viale Marche, dove anche lì nulla è cambiato. Ho scritto al comune e ricevuto risposte surreali. Intanto le immagini parlano da sole.
    Mi chiedo inoltre perché Via Farini abbia dei marciapiedi strettissimi quando poi è una via priva di traffico (tutti passano da Via Valtellina). Potrebbe essere permesso l’accesso solo ai residenti ed al transito dei tram e sarebbe una bellissima via commerciale.

  7. Ale

    La proposta di Raffaele è coraggiosa (forse utopica), mi piace moltissimo! Sono sicuro che si otterrebbe un ottimo risultato. UF potrebbe farci un post con tanto di rendering dei sogni… marciapiedi più ampi, alberi, meno auto.

  8. papoff

    comunque credo che tutta quell’area sia di competenza / proprietà di carrefour, upim, brico e mc donald (o di chi ne affitta gli stabili).
    e dei proprietari del parcheggio sotterraneo.
    sostanzialmente il comune può agire ma non liberamente, anzi.

    1. Tiziana

      Non si può che essere d’accordo. Il senso di disordine è abbandono è tangibile. Nonostante i bei palazzi della Milano primo 900, con decori e ringhiere in ferro battuto. Il resto purtroppo è abbruttimento puro. Senza contare che via Farini è un’arteria commerciale importantissima per la città e una via di comunicazione storica con la Brianza. Meriterebbe una copertina migliore.
      C’era anche un cimena mi diceva un partigiano con cui ho chiacchierato di recente, dove andava con il fratello. Diceva all’angolo con viale Stelvio proprio. Non ne trovo traccia ma è molto invitante il cinema, significa che non era solo un incrocio abbandonato.

  9. MicheleDM

    Quanto potenziale sprecato! All’incrocio Farini-Stelvio convivono attività legali molto frequentate con un giro di prostituzione 24/7 e risse quotidiane davanti al Mc. Via Farini è piena di attività e ristoranti e con un po’ di valorizzazione urbanistica potrebbe essere il fulcro commerciale dell’area. Il tratto Farini-Spotorno è preda di un paio di attività commerciali mal frequentate durante la giornata. E poi c’è il parco in Stelvio-Bassi anche lui lasciato completamente all’abbandono e con un’illuminazione notturna che lascia ampie zone d’ombra. Davvero un gran peccato.

  10. andrea

    subito allargamento dei marciapiedi, alberi e sistemazione urbana della via farini.
    come si fa a proporlo al consiglio di zona 9?visto che la sicurezza e´stato uno dei temi che ha portato a vincere la nuova giunta.
    il degrado regna padrone poi davanti al carrefour (24h)mc donald. intanto si potrebbero eliminare quello schifo di parcheggio. visto che sopra e sotto ci sono posti auto.

  11. Giuseppe

    Concordo con tutto ed aggiungo,in via Menabrea in un fazzoletto di terreno dove una volta si rifacevano motori elettrici,si sta costuendo una palazzina di circa 4 piani letteralmente a ridosso di altri palazzi ,togliendo aria e luce a due
    palazzi confinanti;è una cosa orribile che presumo tutti gli amministratori hanno
    consentito a livello locale, anzichè demolire e fare spazio ai giochi per bambini e panchine per anziani,certo non si incassa Imu,Tasi,Tari .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.