"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Brisa – Palazzo Gorani, ecco il portale seicentesco

 

Grazie a nostri due lettori (Riccardo e Carlo) per le foto che ci sono state inviate, ecco alcune immagini dal piccolo cantiere dell’arco seicentesco ricomposto al suo posto originario e oramai completato.

Come abbiamo più volte spiegato, il Palazzo dei Gorani era un’antica dimora di epoca medievale sorta sui resti del palazzo imperiale di epoca romana, quando Mediolanum era capitale dell’impero. Il palazzo dei Gorani venne più volte rimaneggiato e ampliato, sino ad ottenere la forma che possiamo ammirare ancora nelle foto ante guerra.

Posto all’angolo della stessa via dei Gorani, presentava un elegante portale sormontato da un grazioso balcone in pietra realizzato nel 1600. Da qui si accedeva ad un cortile porticato, retto da colonne tuscaniche in granito e sorvegliato da una torre medievale che grazie al cielo si è conservata perfetta nonostante le devastanti bombe del 1943. Sì, perché le bombe distrussero completamente la sontuosa dimora. Unici sopravvissuti al disastro appunto sono stati la torre medievale e il portale barocco.

Il tutto fu congelato per decenni a causa di uno scellerato piano urbanistico che approfittando delle devastazioni belliche prevedeva il passaggio in centro di una via ad alto traffico. Per fortuna la via non venne mai realizzata, se non in parte (Corso Europa, via Larga, via Albricci) e il sito dei Gorani rimase irrisolto, dove fu temporaneamente allestito un parcheggio rimosso finalmente per realizzare il nuovo complesso dei Gorani, grazie al quale, come abbiamo visto, furono rinvenuti anche splendidi mosaici romani.

Qui troverete altri argomenti sul palazzo dei Gorani. Il progetto per la rinascita di questo spazio urbano rimasto abbandonato per oltre 70 anni, è dello studio Cecchi & Lima Architetti Associati.





Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.