"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Navigli – Via Magolfa: basta poco…

Via Magolfa si trova al centro del sistema dei due navigli milanesi, il Grande e il Pavese. Piccola via rimasta per anni dimenticata e per questo per un certo senso rimasta genuina, quasi una strada d’altri tempi, con la roggia della Triulza (oramai sempre asciutta), la chiesetta dedicata a Santa Maria del Sasso, o del Sangue, ma da sempre soprannominata chiesa degli spazzacamini.

Da poco tempo sono stati ultimati i lavori per l’Opificio e dopo tanto tempo, la via ha riottenuto un aspetto decente. Muri puliti (purtroppo solo da un lato) ma soprattutto non ci sono più le automobili parcheggiate selvaggiamente come è sempre successo.

Infatti grazie all’istallazione delle parigine, ecco la via liberata dalle automobili. Peccato abbiano asfaltato anziché pavimentare magari con sampietrini o una bella e classica rizzata, avrebbe riportato la via a cent’anni fa.

 

Peccato anche che i palazzi sul lato dispari siano rimasti terribilmente imbrattati.

Per il resto, una via ben riqualificata che è cambiata decisamente negli ultimi anni e che, come dicevamo poco sopra, poteva apparire ancora meglio se al posto del catrame fosse stata messa la pietra.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


7 thoughts on “Milano | Navigli – Via Magolfa: basta poco…

  1. mkln

    spezzo una lancia a favore del povero asfalto, che per chi va in bici a milano non è mai abbastanza, al contrario di pavè e simili.

  2. Anonimo

    Bellissimo!
    Esempio di applicazione delle regole base: marciapiedi con pavimentazione in pietra, asfalto x le auto, parigine anti sosta ignorante.
    Da applicare sempre!

    1. Blanco

      Basta posare le pietre dove passano moto auto e bici, meglio l’ asfalto più facile da mantenere e meno pericoloso rispetto al pave’ e ai sanpietrini.

  3. Anonimo

    Peccato che passeggiare in quella via non sia bello.

    Le scritte fanno veramente schifo.
    http://blog.urbanfile.org/2016/02/19/milano-navigli-via-magolfa-una-via-romantica-peccato-che/ (non è cambiato niente…anzi!)
    Sono imbrattati pure i vetri dei negozi.

    Non c’è un albero che sia uno (a parte gli infestanti).
    Nemmeno nella piazzetta su cui pure UF ha fatto un articolo.
    http://blog.urbanfile.org/2016/07/14/milano-navigli-via-magolfa-riqualificata-peccato-che/

    Non ci sono auto, è vero ed è bello. Ma non basta.

  4. Enrico

    Guardando alcune foto non sembra neanche Milano! Parigine tutte uguali, nessuna jungla di pali tipo la adiacente porta ticinese , ma soprattutto asfalto in strada e pavè sul marciapiede!!! Giusto hanno lasciato le scritte per non farci perdere la bussola.

  5. Stefania Illarietti

    vorrei segnalare che tutti i giardini interni ai condomini ex opificio e limitrofi che recavano il cartello area aperta al pubblico sono in realtà chiusi e in alcuni ingressi (alzaia nabihlio pavese 20 ad esempio ) i cartelli con tale indicazione sono stati asportati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.