"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Roma | Stazione Tiburtina – Nuovo headquarter RFI

Buone notizia giungono dalla zona Stazione Tiburtina.

Il nuovo quartier generale delle Fs a Roma sorgerà dietro la stazione Tiburtina, accanto alla nuova sede della Bnl. Il progetto è ancora in fase di elaborazione, ma, a quanto apprende l’agenzia Dire, il gruppo Fs sta pensando a una cosa veramente in grande per ricreare nella Capitale qualcosa di simile agli interventi di Piazza Gae Aulenti a Milano, davanti alla stazione Garibaldi.

Dopo mesi di indiscrezioni, finalmente è stato compiuto un passo formale per la nascita della cittadella delle Ferrovie, nella nuova grande area di espansione sui lotti di RFI tra la stazione Tiburtina e il futuro Sdo di Pietralata. Il 10 luglio scorso, la giunta di Roma Capitale ha approvato, attraverso la delibera 134, lo schema del nuovo Verbale d’intesa tra Roma Capitale, Rete Ferroviaria Italiana SpA e Fs Sistemi Urbani Srl, che, tra le varie cose, prevede, al punto 4, il nuovo piano di assetto della stazione di Roma Tiburtina sui lotti di proprietà dello stesso Gruppo. In particolare, lo schema prevede “interventi per il completamento e revisione e/o modifica del piano di assetto con conseguente aggiornamento e/o revisione della convenzione di prima attuazione del 23-12-2005 tra Rfi e Roma Capitale con la chiusura della fase preliminare della proposta del nuovo headquarter Fs, il nuovo schema di assetto del piazzale Ovest, l’attuazione del comparto edificabile sul lato Piazza Bologna e le opere di urbanizzazione relative”.

Sulla delibera si legge poi, allo stesso punto, che si “prevede un cambio di funzione del parcheggio p6, da Parcheggio PUP di scambio a parcheggio di standard realizzato come opera di urbanizzazione a scomputo, e la contestuale rimodulazione dei parcheggi di standard del piano di assetto e la riarticolazione del finanziamento”. Per arrivare al nuovo Headquarter Fs, il Comune, entro il 31 dicembre 2018, dovrà avviare l’iter della variante urbanistica. Per questo progetto, come per gli altri interventi inseriti nell’accordo, sarà poi istituita una cabina di regia congiunta. Se tutto andrà come sembra, Roma si doterà di un’area direzionale di eccellenza caratterizzata da architetture super contemporanee; una seconda Eur che già oggi ospita la sede della Bnl dello studio di architetti 5+1AA, la stazione Tiburtina dello studio Abdr di Paolo Desideri e, a breve, anche la nuova sede Istat, il cui concorso di idee sta arrivando alla fase delle selezione delle proposte progettuali.

Di seguito qualche immagine (non definitiva) di come potrebbe divenire la zona; si pensa a edifici di media altezza (4-7 piani), ma anche ad alcuni torri che renderebbero la zona una nuova centralità dell’Urbe con una moderna connotazione che tanto aspetta questa città da diversi anni.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

34 anni impiegato e sognatore del rilancio della città eterna...appassionato di architettura, fotografia e trasporti.


6 thoughts on “Roma | Stazione Tiburtina – Nuovo headquarter RFI

  1. dan

    la zona tiburtina è una delle più degradate di Roma, speriamo si risollevi. L’hq di bnp è stata una buona cosa, speriamo anche che fs faccia presto.

  2. Andy

    La stazione è il tipico esempio dell’assurdità di questa specie di città: dopo aver speso vagonate di milioni per rifare la stazione, hanno lasciato una viabilità di terzo mondo, chiudendo sine die una delle strade di accesso. Parcheggi: zero. Mezzi publbici: da Calcutta. Decoro: da Bombay. Cura delle strade e della viabilità: da paesino dell’hinterland napoletano. Pulizia: da mercato della Vucciria a Palermo. Roma è sempre più una città da terzo mondo grazie anche al menefreghismo atavico degli abitanti

  3. Paolo

    il post precedente è una mera accozzaglia di insulti tipica della narrazione pubblica degli ultimi anni su Roma asfissiata da tagli e mancanza di investimenti che la politica ha dirottato dove tutti hanno visto, bene quindi gli investimenti che cambiano sempre tutto, non ho mai creduto a chi pensa che gli animali e i peggiori si concentrino in alcune aree geografiche o alcune popolazioni, e mi ricorda qualcosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.