"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Varesine – Cantiere The Corner: metà settembre 2018

The Corner è l’edificio in fase di riqualificazione posto all’angolo (ecco il nome in inglese) alle Varesine, tra Viale della Liberazione e piazza Einaudi.

Come avevamo visto, caratteristica dell’edificio è la doppia facciata scelta per distinguere il lato posto a sud (lato Liberazione) e il lato posto a ovest (Einaudi). Il lato meridionale è scandito da una facciata continua, bianca e caratterizzata da finestre molto strette e profonde, dove a giocare sono i vetri, inseriti in maniera differente ad ogni apertura con inclinazioni diverse di modo da movimentare un po’ l’aspetto generale. Mentre la facciata ovest avrà delle finestre molto più ampie e a rilievo. Al momento sembrano quasi simili, ma una volta smontate le impalcature completamente, vedremo finalmente come appariranno le due facciate definitive. Infatti saranno montati a breve, i pannelli in vetro più ampi.

The Corner è un progetto di Atelier(s) Alfonso Femia. Si tratta di una riqualificazione di un vecchio edificio progettato nel 1964 da Melchiorre Bega per gli uffici delle telecomunicazioni (Sia e poi Telecom) e Assicurazioni Generali.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Varesine – Cantiere The Corner: metà settembre 2018

  1. Wf

    Queste robe qui con tutti vetri e cristalli vanno viste dal vivo…

    È bello imponente.

    Certo difficile collegare tutti questi palazzi separati da vere e proprie autostrade…

    Rimangono isole di cemento.

    1. Anonimo

      Se son tutte “vetro e cristallo” non sono chiaramente “isole di cemento” 🙂

      Il problema dei luoghi comuni per descrivere la realtà è che sono….ridicoli!

        1. Anonimo

          Surreale per surreale, ti rispondo che le autostrade non hanno semafori e passaggi pedonali a raso e ci si va molto più veloci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.