"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | La Maddalena – La demolizione della ex Borletti: gennaio 2019

Come abbiamo visto, dopo decenni d’abbandono per la centenaria struttura del complesso industriale dell’ex-Borletti alla Maddalena, in piazza Irnerio, via Costanza e via Cecchi, è giunto il momento per venire trasformata e riportata a nuova vita.

Naturalmente come complesso residenziale e non più come struttura industriale. Le demolizioni sono cominciate da diversi mesi e proseguono. Del vecchio edificio sarà conservata la parte a torretta che si trova all’incrocio tra piazza Irnerio e via Gessi.

Al suo posto prenderà forma il complesso residenziale di Washington Building.

Ricordiamo che purtroppo l’edificio non è mai stato sottoposto ad alcun vincolo e che, grazie alla lungimiranza degli investitori, sarà mantenuta la parte storica e inserita nel nuovo complesso che “imiterà” la vecchia struttura.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | La Maddalena – La demolizione della ex Borletti: gennaio 2019

  1. Anonimo

    E’ singolare come Milano sembri cambiare a due velocità, come se fossero due città diverse.

    In via Washington si fa un abbattimento di questa storica fabbrica che era interessantissima, ma mantenendone una parte e rispettandone l’aspetto estetico è cosa accettabile e (a mio parere) pure molto bello.

    Ci spostiamo dall’altra parte della città a Città Studi (l’articolo di fianco) e per l’abbattimento di un anemico e insipido edificio anni ’50 parte il solito comitato di residenti (che in realtà non vuole un palazzo un po’ più alto, cosa abbastanza di routine di questi anni a Milano) ma comunque non c’è nessuno che abbia pensato a inglobare nel progetto la vicina palazzina anni 20.

    Forse perchè Citylife vicino a via Washington ha avuto un effetto volano e sta sempre più valorizzando la zona, mentre Città Studi sta piano piano “spegnendosi” come tutto quel quadrante (est) di Milano dove non succede mai niente di nuovo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.