"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Missori – Cantieri in zona: aggiornamento marzo 2019

Abbiamo radunato un po’ cantieri di vario genere attorno a piazza Giuseppe Missori.

Iniziamo dal piccolo cantiere di via Speronari 4 dove sono in corso i lavori per riqualificare e ammodernare un vecchio edificio di metà Ottocento.

Segue il cantieri di via Mazzini 9-11. Il palazzo degli anni Trenta sarà completamente riqualificato e ammodernato, con aggiunta di sopralzo. Sperando sia anche uno sprone per la riqualifica dell’inter via Mazzini, da decenni in declino.

All’improvviso è comparso un cappello sulla sommità dell’Hotel Cavalieri di Piazza Missori. Qui sono in corso i lavori per aggiungere un piano all’hotel e sistemarlo finalmente in modo architettonico (finora vi era una terrazza protetta da una tecnostruttura).

E’ cominciata anche la copertura per il bel palazzo liberty di Corso Italia progettato da Cesare Tenca nel 1926. Il nuovo progetto è stato battezzato (ancora con termini in inglese) The Angle.

Terminiamo col piccolo cantiere di restauro per il palazzo di inizio Ottocento che confina col seicentesco palazzo Acerbi.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


4 thoughts on “Milano | Missori – Cantieri in zona: aggiornamento marzo 2019

      1. Francesco De Collibus

        Ma vi rendete conto che non c’è una cazzo di ristrutturazione in cui non aggiungono una merda di piano?

  1. Anonimo

    Se non ci fosse il bonus di volumetria per l’adeguamento energetico e la possibilità di rendere abitabili i sottotetti, non ci sarebbero l’80% degli interventi di ristrutturazione edifici. Il Comune non incasserebbe gli oneri che usa per i suoi interventi pubblici e di conseguenza non ci sarebbero più della metà degli articoli di Urbanfile …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.