"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | San Cristoforo – La Corte Verde di Boeri: aprile 2019

San Cristoforo, nella zona denominata anticamente Foppette, e dove negli anni Trenta venne edificato la famosa Torre delle Milizie, che da il nome al piazzale all’incrocio tra le vie Tortona, San Cristoforo e viale Troya, sono in corso le bonifiche al terreno dove sorgerà la «Corte Verde», un progetto firmato dallo Studio Stefano Boeri Architetti in partnership con Arassociati Studio di Architettura.

Si tratta di un unico edificio a corte con altezza crescente (dove la parte più alta è verso nord, in direzione di piazza Napoli) posto al centro di una sistema di verde pubblico e percorsi ciclopedonali con aree gioco per i bimbi e per gli amanti dello skate. Il grande giardino pubblico verso sud andrà a collegarsi con il sistema dei Navigli, una volta rimossa la ferrovia.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | San Cristoforo – La Corte Verde di Boeri: aprile 2019

  1. giò i man dal nichel

    Li ci sono state baracche per 50 Anni. A Milano gli epigoni della guerra sono durati fino ad oggi. Un PO’ tantino.

  2. max

    Chi compra una casa lì, lo deve fare guardando e sperando nel futuro, perchè al netto che il progetto sembra molto bello, ad oggi lì permane la ferrovia che taglia fuori da un lato, la ricicleria AMSA dall’altro e verso nord di palazzoni dove c’è il parcheggio di Mediaworld….
    oltre che una presenza costante e incombente di gruppi di zingari che usano i giardini pubblici ed ogni spazio come fosse il loro cesso di casa….

    1. Anonimo

      La ricicleria va in via Tre Castelli, Mediaworld non è difficile immaginare che non durerà molto e ci faranno case, la ferrovia se non se ne va FS non incassa la grana per le aree dismesse (quindi se ne va).
      Restano i ROM, ma dovrebbero trasferirsi con la ricicleria, secondo me.

  3. Anonimo

    Tanto chi potrà permettersi un appartamento? Minimo minimo 4.500 al mq?
    Per una coppia giovane di 30 anni è impossibile acquistare una casa decente a Milano senza l’aiuto del papi.

  4. Anonimo

    Ricicleria Amsa piazzale Milizie a Milano: continua problema rifiuti accanto alla strada. Forse si sposterà la struttura

    Mai risolto il degrado in piazza Milizie: e il Comune è pronto a spostare la ricicleria Amsa
    Nonostante la cancellata installata nel 2014, continua il “traffico” intorno alla ricicleria: i rom convincono gli automobilisti a lasciare a loro i rifiuti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.