"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Affori – Porta Nord 2: nuovi rendering

Abbiamo visto il completamento del complesso di Affori Nord nel settore prossimo alla stazione FN Affori sul versante settentrionale, da diversi mesi sono in corso gli scavi nel settore meridionale.

Ora ci sono i nuovi rendering per il nuovo settore su via Astesani. Un blocco residenziale (a lato dovrebbe sorgere anche un complesso alberghiero) decisamente d’impatto, 15 piani dove per anni si trovava un terreno incolto tra la via principale di Affori e la stazione ferroviaria.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


17 thoughts on “Milano | Affori – Porta Nord 2: nuovi rendering

  1. PIerre

    Bunker orrendo!! Da vergognarsi. Investi milioni di euro ma non sei capace di sceglierti un architetto decente?? Questa cosa sa si mafia.

  2. Anonimo

    Rendering fatto male: ci han lasciato le auto in sosta. Non è primavera. Gli alberi non sono in fiore. Non ci sono ciclisti o giovani che camminano. Nessun bambino che gioca. Nemmeno una mongolfiera o un uccellino. Le case non hanno i fiori sui balconi e la gente felice che guarda giù.

    Per il resto, se vogliamo densificare le zone servite dai mezzi pubblici e vogliamo fare case che non siano solo a partire da 6.000€ al mq, puoi anche farle più in grazia di Dio di così, ma non so poi quanto, in pratica.
    Però questi rendering fan stringere il cuore.

  3. mauro

    Della serie: se non sei ricco muori in un alveare e magari sul muro vicino a “casa” ti dipingiamo un bel murale di consolazione

  4. Anonimo

    Si dà la possibilità a molte giovani famiglie di vivere a due passi (letteralmente) da una fermata di metro e di linee suburbane. Potenzialmente potrebbero fare tutte a meno di comprarsi un’auto. È giusto massimizzare i volumi edificabili secondo me, la direzione è quella giusta, se il palazzo non piace si può anche comprare altrove.

    1. Filippo

      Faccio anch’io spesso questi discorsi sulla possibilità concessa ai meno abbienti di non dover prendere casa in provincia di Lecco o Novara. In questo caso però siamo ben oltre l’intollerabile. La foto2 è da galleria degli orrori. Struttura troppo massiccia e grigia.

  5. Alberto

    A me il palazzo piace molto, anche se non ci vorrei vivere per la zona. Anche in centro dovrebbero demolire gli isolati più brutti di residenziale anni 60/70 (per esempio quelli attorno alla parte finale di Melchiorre gioia) e densificare un po’ con progetti di questo tipo

  6. Anonimo

    Quindi capiamo dal Sig. Alberto che la parte finale di Melchiorre Gioia sarebbe in centro, andrebbe demolita e“densificata un po’” (nonostante l’ ipotetica riapertura del naviglio martesana) e non vorrebbe vivere ad Affori. Bene.

  7. Antonio

    a me piace, sia la forma che i colori, è in linea con la tendenza architettonica di adesso, mi ricorda molto la Torre Solaria. Certo la zona non è il massimo attualmente , ma ovviamente non ci sono prezzi stellari di Porta Nuova o City Life

  8. Alberto

    Il senso del suo commento? Si penso tutto questo, si trova a cavallo della 91 quindi la considero molto più centrale di affori

    1. Anonimo

      Si sì centralissimo, come no, comunque per quanto riguarda le demolizioni magari sentiamo prima cosa ne ne pensano proprietari condomini o inquilini di “ quei brutti isolati”😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.