"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cordusio – Segnalazioni in zona: bici e cabine elettriche

Abbiamo visto, la settimana scorsa, l’avvio del piccolo cantiere per le bici del BikeMi che veniva istallato al centro della piazza. Il cantiere prosegue per sistemare la rastrelliera. Onestamente la scelta di posizionare questo manufatto al centro dell’elegante piazza ci trova veramente stupiti, esteticamente un pugno nell’occhio per questa piazza in attesa di una riqualificazione. Sicuramente la postazione (speriamo) sarà rimossa appena cominceranno i lavori per la piazza (che continuano a promettere), imminenti. Uno spreco di risorse e energia, come al solito.

La rastrelliera prima si trovava in via Gabrio Casati (tra gli immobili di via Santa Maria Segreta 6 e via Cordusio 2), rimossa per l’avvio del cantiere del palazzo Cordusio 2. Le bici non le si poteva rimettere nella vecchia posizione?

Sarà temporaneo, ma volevamo segnalare anche l’avvio della costruzione di una piccola centralina elettrica sempre in via Gabrio Casati .




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


3 thoughts on “Milano | Cordusio – Segnalazioni in zona: bici e cabine elettriche

  1. Wf

    Se mettono le rastrelliere al posto dei camioncini demmerda color bianco cessi richard ginori posso essere solo che contento…

    Almeno smettono di parcheggiare.

  2. lisander

    segnalo una situazione analoga in piazza Risorgimento, zona Monforte, dove la bella piazza con la statua di S.Francesco D’Assisi (il famoso cinq e tri vott)
    è stata a mio avviso deturpata da una pista ciclabile e dagli stalli del Bikemi, che data la vastità dell’area potevano essere collocati diversamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.